Barcellona

un weekend
aprile
economica
si mangia bene

Barcellona e' una delle pochissime citta' che mi piace cosi' tanto da esserci stata ben tre volte (ed e' previsto un ritorno!).
Mi riscalda il cuore perche' ha tanto in comune con la mia bella Italia: il sole, il mare, i colori, la frutta succosa, il cibo saporito, l'arte e l'allegria delle persone mi fanno sentire a casa 😊

Inoltre e' abbastanza vicina ed economica da renderla accessibile anche per un week end veloce.

Una volta addirittura, era il 2007, Ryanair aveva messo on line dei biglietti Roma-Girona a 5€. Io e i miei amici avevamo 23 anni, pochi soldi in tasca ma energia da vendere! Quindi prendemmo il treno regionale da Napoli il sabato pomeriggio, l'aereo da Ciampino alle 20, trascorremmo tutta la notte a spasso sulle Ramblas e sul porto, bevendo sangria e birra (era fine ottobre ed il clima era fantastico), per poi prendere l'aereo di ritorno alle 8 del mattino dopo! Arrivammo a casa verso ora di pranzo stanchissimi ma felici, addormentandoci poi per 19 ore di fila! Le persone dicevano che eravamo pazzi, per noi quella notte e' indimenticabile!
Il commento sarcastico del genitore di uno di noi e' rimasto nella storia:
"Papa', stasera vado a Barcellona"
"E gia', abbiamo fatto il salto di qualita': il sabato sera non si esce piu' con la macchina, si esce con l'aereo!" 😆

Ma torniamo a noi, vediamo cosa c'e di cosi' bello in questa Barcellona.

Plaça de Catalunya, Passeig de Gràcia e l'arte di Gaudi'

Cominciamo con Plaça de Catalunya con le sue fontane e monumenti: il legame di Barcellona, il luogo in cui si incrociano le piu' importanti strade della città.
Da questa piazza comincia il Passeig de Gràcia, la strada più elegante e uno dei luoghi più noti per l’architettura della città: piena di negozi di gioielli, vestiti e palazzi modernistici.
E' qui che troviamo le case di Antoni Gaudi': Casa Mila', detta La Pedrera e Casa Batlló.
Casa Batlló e' stata proclamata, nel 2005, Patrimonio Mondiale dell'Unesco: e' ovvio, non servono tante parole, con le sue forme sinuose e i suoi colori e' semplicemente un capolavoro!
Casa Mila' e' costruita interamente di pietre naturali: la facciata esterna è rivestita di pietra grezza dalle forme ondulate (da qui deriva il nome La Pedrera). Imperdibile una visita alla parte più interessante della casa, il tetto: il tramonto da qui su e' bellissimo, i camini sono surreali, sembrano tante sculture diverse.

Rambla, Plaça Reial, Boqueria

Da Plaça de Catalunya partono Les Rambles, dei lunghi viali alberati che finiscono al mare, alla Ronda Litoral.
Questi viali sono costantemente popolati sia di giorno che di notte grazie ai suoi artisti di strada, i suoi negozi, birrerie e locali, teatri e mercati.

Parlando di mercati, come non menzionare l'enorme Boqueria, uno stupendo mix di colori, sapori, attivita': qui ci sono tutti gli ingredienti per cui la cucina mediterranea e' famosa. Le bancarelle di frutta in particolare fanno venire l'acquolina in bocca!

Quasi di fronte la Boqueria troviamo il famoso Gran Teatro del Liceu: costruito nel 1847, è considerato uno dei teatro d’opera più belli d’Europa. Sfortunatamente, il palco e la sala furono completamente distrutti in un incendio nel '94. Venne poi ricostruito nel 2000, mantenendo la facciata originale.

Poche centinaia di metri dopo troviamo sulla sinistra Plaça Reial con i bar e i caffe' sotto le stupende arcate, le palme e le lampade disegnate da Gaudi'.
Plaça Reial è importatissima ai fini de turismo notturno: la peculiarità di questa piazza è che al mattino si presenta come un' oasi di risorantini e bar, mentre di notte si trasforma completamente!
Quegli stessi ristorantini e bar (quasi la metà degli esercizi presenti) di notte aprono le sale inferiori e si trasformano in discoteche: ingresso libero in molte di loro, aperte fino alle 7,30 del mattino, TUTTE LE NOTTI!! A Barcellona nn esiste il lunedi e il sabato, le discoteche sono aperte sette giorni su sette!

Porto Olimpico e Barceloneta

Il Monumento di Cristoforo Colombo segna la fine delle Rambles. E' una colonna di 60 metri, volendo ci si puo' salire e vedere la citta' dall'alto!

Vi va un momento romantico? Una passeggiata lungo il porto al tramonto e' una garanzia: i colori del sole che cala rendono l'atmosfera soffice e rilassata, soprattutto se poi e' accompagnato da una cena in uno dei tanti ristorantini con vista sul mare.
La Barceloneta e' ottima per questo: quartiere tradizionale dei pescatori, con i suoi 5 km di spiagge e' sempre piena di giorno e di notte. La gente viene qui per mangiare del pesce, farsi un bagno, una passeggiata rilassante oppure andare a ballare in una delle discoteche, a bere qualcosa nei bar...insomma, l'atmosfera e' sempre viva e allegra!

Parc Guell

Una mattinata e' assolutamente da dedicare al bellissimo Parc Guell, un parco pubblico che nasconde un vero e proprio museo a cielo aperto.
Realizzato agli inizi del 1900 da Gaudi', gli venne commissionato dall'industriale Eusebi Güell che di certo non avrebbe mai immaginato che la decisione di affidare quella terra a Gaudi' avrebbe portato alla realizzazione di un (ulteriore) patrimonio dell'umanita'!

Il punto più basso è l’entrata (ma noi genialmente abbiamo iniziato dalla cima dopo una serie di scalinate che ci hanno tolto il fiato), da dove una scala doppia scende in una stanza il cui soffitto è anche il pavimento della terrazza che si trova sopra le nostre teste. Da questa terrazza si gode della vista della citta' e dei due edifici situati all'ingresso del parco: sembrano casette di marzapane! Lungo la scalinata che porta alla terrazza si trova la famosa salamandra mosaicata, uno dei simboli di Barcellona che poi troveremo in tutti i negozi di souvenir sotto forma di magnete.

Molte parti del parco sono decorate con sculture e coloratissimi mosaici. Passeggiando e guardando tutti i dettagli non si puo' non ammettere che l'immaginazione di Gaudi' era straordinaria!

La Sagrada Familia

Ed eccoci arrivati qui, all'ennesimo capolavoro della creativita' di quel genio di Gaudi'.
Iniziata un secolo fa e non ancora compiuta, la Sagrada Familia e' il monumento piu' visitato della Spagna e...indovinate un po'? Patrimonio mondiale Unesco!
Si spera che questa basilica venga portata a termine nel 2026, fermo restando che i lavori sono lenti e dipendono in gran parte dalle donazioni.
Ho trovato interessante sapere che Gaudi' era sempre presente in cantiere, appassionato in particolar modo alla realizzazione di questa basilica perche' considerata da lui stesso come la principale opera della sua vita.
Essere li' sotto ti fa sentire piccolo piccolo, come un moscerino ai piedi di un castello di sabbia gocciolante 😆

Plaça d'Espanya e la Fontana Magica

La Plaça d'Espanya, ai piedi del Montjuïc, è una delle piazze più belle e popolate della capitale catalana.
Il suo fascino e' dovuto soprattutto alla Font Màgica, un monumento dedicato all'acqua con gruppi scultorei che rappresentano i mari e gli oceani che bagnano le coste spagnole. La fontana ha circa 30 giochi di luci e acqua, ognuna con un diverso colore: di sera lo spettacolo c'e' ogni mezz'ora ed io consiglio di vederlo dalla terrazza in cima alla gradinata del MNAC - Museu Nacional d'Art de Catalunya.

Se di giorno volete dare un'occhiata dall'alto, vi bastera' salire in cima al Centre Comercial Arenas, costruito in un'Arena vera e propria.

Credo che Barcellona con i suoi colori, sapori e la sua allegria sia perfetta per un week end primaverile.

Il ponte di Pasqua si avvicina, e' ora di prenotare!

Prendete un aereo qualsiasi, fatevi aiutare da likibu nella scelta di uno dei tantissimi appartamenti a Barcellona e...buon viaggio!

Condividi! b a c

Pro

  • il clima
  • il cibo
  • l'allegria delle persone

Contro

  • niente! 😍
© Copyright 2017, Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies