Santorini : magia pura

nella media
una settimana
paesaggi da sogno
luglio
cibo greco, ottimo

Volo e hotel

Questa “cartolina” e’ stata scattata nella settimana tra il 21 e il 28 luglio 2005, quando scoprii una delle isole piu’ belle della Grecia, Santorini.

Ammetto che la mia curiosita’ era stata fomentata dal film “Che ne sara’ di noi” di G.Veronesi :) Silvio Muccino si chiedeva ” Ma che santo e’, Santo Rini?!” Documentandomi ho scoperto che il nome deriva da Santa Irene, patrona dell’isola.
Ma passiamo alle notizie spicciole: volo diretto Napoli-Thira, allo scalo ci attendeva il bus con guida turistica con direzione hotel (eh si, all’epoca facevo queste cavolate poiche’ dovevo ancora scoprire come organizzarmi i viaggi da sola senza regalare soldi alle agenzie :D ).

Il nostro hotel era a Perissa e si chiamava Amaryllis: vicino la spiaggia, con balconcino privato, arredamento essenziale ma pulito.

Abbiamo affittato lo scooter per poter girare l’isola, e lei ha soddisfatto ampiamente la nostra curiosita’ regalandoci paesaggi mozzafiato che ho ancora ben impressi nella mente!

Elenchero’ i posti che ho visitato in ordine di bellezza :)

Kamari

Un paesino prettamente turistico, un po’ scarno secondo me. La sua spiaggia e’ famosa come la “Spiaggia nera” di Santorini, infatti e’ formata da ciottoli scuri, il mare e’ sicuramente limpido e dal fondale basso, il lungomare ha numerosi bar, ristoranti, negozietti di souvenirs etc. Niente di che…

Perissa

Il centro è ricco di alberghi, appartamenti turistici, ristoranti, discoteche, bar.

La spiaggia e’ una delle piu’ popolari, libera e con sabbia di ciottoli neri, acqua pulita e subito profonda, un po’ di alberi a rinfrescare dalla calura estiva. Il lungomare con negozietti di souvenirs, bar,un bel roccione chiaro che sovrasta la spiaggia e vicino una chiesa bianca con la classica cupola azzurra.

Qui abbiamo mangiato: un’ottima pita, il famoso yogurth greco con miele e waffles con gelato (non tipicamente greci ma per me era la prima volta)

Red Beach

E’ un’insenatura di rocce rosse che donano una particolarissima colorazione al mare, proprio per il contrasto tra le due tinte. Non e’ molto facile da raggiungere perche’, proprio a causa della sua natura vulcanica, bisogna percorrere a piedi un sentiero lungo la parete della collinetta, ma una volta arrivati sarete premiati dagli splendidi colori. Molto ma molto carina!

Phira

E’ la capitale dell’isola e delle Cicladi tutte, la si trova a picco sulla Caldeira. Pullula di negozietti, ristorantini, pasticcerie, casette bianche, scalini che scendono dritti verso il mare, gatti che gironzolano ovunque, discoteche, ville con piscina a bordo burrone :D

Gia’ qui ci si puo’ sedere in uno dei tanti bar con terrazza che affaccia sul mare e guardare le navi da crociera di passaggio, aspettando il bellissimo tramonto che pian piano colora tutto…

Per quanto riguarda il cibo,abbiamo mangiato bene in un paio di posti: al ristorante Cesare abbiamo preso la moussaka (sformato di melanzane, carne, besciamella),le tiropitakia (delle focaccine al formaggio), invece al ristorante Nikolaos abbiamo mangiato i famosi souvlaki (spiedini di maiale o vitello con pomodori e peperoni) e la feta fritta (sluuuurp!)

Oia

LO spettacolo. Ci e’ voluto un sacco di tempo per arrivarci col motorino ma ne e’ valsa la pena! Le case immacolate con porte e finestre blu, i vicoletti a perdita d’occhio, le bouganvillee che danno colore, le griglie con il pesce in cottura, le balconate, i famosi mulini.

Intorno alle 20.00 tutto il paese si ferma e tace guardando il tramonto che colora le case e le chiese di giallo pallido: il sole una palla di fuoco che si getta nell’egeo e colora tutto il cielo di arancione…

e quando poi si accendono le prime luci…una poesia!

Davvero uno dei tramonti piu’ suggestivi che abbia mai visto!

Quest’isola la portero’ sempre nel cuore, e’ uno dei posti, come la Sardegna, in cui tornerei ogni anno _

Link Esterni

Hotel Amaryllis
Condividi! b a c

Pro

  • buon cibo
  • paesaggi favolosi
  • tramonti emozionanti
  • romantica
  • variegata

Contro

  • nessun contro!
© Copyright 2017, Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies