Cappadocia: informazioni utili per organizzare il viaggio

fine Aprile 2019
3 giorni pieni
dolci, tè, carne
economica
grandangolo e teleobiettivo
tutto creato da Madre Natura!
mappa con la destinazione
  1. Turchia
  2. Cappadocia
  3. Cappadocia: informazioni utili per organizzare il viaggio

Aggiornamento: Giugno 2022

Prima di raccontarvi con parole ed immagini le meraviglie che abbiamo visto in questa fantastica terra, vi lascio qualche informazione utile per organizzare il viaggio in Cappadocia fai da te!

Come arrivare in Cappadocia

Per visitare la Cappadocia bisogna arrivare a Göreme, il centro di tutte le attivita', provvisto di ristoranti, hotel, negozi ed agenzie di escursioni.

Göreme e' servito dall' aeroporto di Nevsehir, ad una mezz'ora di auto da Göreme, e dall'aeroporto di Kayseri, un po' piu' lontano (un'ora circa). Noi abbiamo scelto Kayseri perche' aveva voli piu' frequenti da e per Istanbul.
Entrambi gli aeroporti servono solo voli nazionali, quindi va da se' che per arrivare in Cappadocia e ripartire bisogna fare scalo ad Istanbul.
I prezzi dei voli interni sono davvero molto economici, abbiamo pagato €25 a testa a tratta con solo bagaglio a mano. La compagnia era la Turkish ed il volo e' durato un'oretta scarsa.

Una volta atterrati, ad aspettarci c'era lo shuttle che avevamo prenotato tramite l'hotel che in un'ora esatta ci ha accompagnati in hotel al prezzo di 8€ a testa.

SUGGERIMENTO:
All'aeroporto di Istanbul (noi da Londra abbiamo volato con Pegasus su Sabiha airport), una volta atterrati, bisogna passare il controllo passaporti, seguire le indicazioni per i flight connections che vi faranno uscire dall'aeroporto per poi rientrare, facendo di nuovo il security check con il metal detector. Noi ci abbiamo messo giusto un'ora per fare tutti i controlli e ritornare al gate, quindi quando prenotate i voli state attenti che ci sia abbastanza tempo tra un volo e l'altro per fare tutti i controlli!

Dove dormire in Cappadocia

Scegliere l'hotel per il nostro viaggio in Cappadocia e' stato difficilissimo perche' sono tutti stupendi!
I camini delle fate costituiscono la caratteristica piu' evidente di questa zona, tanto e' vero che parecchi hotel hanno approfittato di questa particolarita' costruendo tra e nelle rocce le loro strutture.

Göreme e' tutto un brulicare di balconate scavate nella roccia, luci soffuse, tappeti colorati, grotte buie, arcate di roccia, stradine acciottolate, porticine nascoste nella roccia. Göreme e' tutta di roccia!

Dopo una lunga ed attenta valutazione abbiamo scelto il Mosaic Cave Hotel, un piccolo hotel boutique a conduzione familiare che offre splendide camere in pietra naturale con uno stile davvero autentico: mi e' bastato sfiorare le pareti della stanza per rendermi conto che quel materiale e' vero tufo!

Per arrivare al Mosaic Cave Hotel bisogna percorrere una salitina abbastanza ripida di circa 10 minuti dal centro pedonale di Göreme, ma la fatica viene prontamente ripagata da una spettacolare vista sui camini delle fate e, all'alba, delle mongolfiere che si ergono sulla valle (se il periodo lo permette).

Una ricca colazione a buffet, sia dolce che salata, viene servita ogni mattina in un'ampia stanza che affaccia sulla terrazza.

Una menzione particolare va a Mustafa, il proprietario dell'hotel, che si e' tenuto in contatto con noi dal giorno della prenotazione per assicurarsi che avessimo tutte le informazioni che ci servivano riguardo l'hotel, i trasporti e le attivita'.

Come visitare la Cappadocia

Visitare la Cappadocia: meglio un tour organizzato o fai da te?

Non avrei mai immaginato di pormi questa domanda, io che ho sempre preferito la liberta' di potermi fermare dove e quando voglio, partire e tornare a mio piacimento, fare deviazioni impreviste e tutto cio' che il noleggio di un'auto regala durante il viaggio.

Invece il viaggiare, ancora una volta, mi ha insegnato qualcosa di nuovo ed ha abbattuto una mia convinzione che mi ha accompagnata per anni e anni: che fare tutto da soli e' sempre meglio.

Questa volta ho deciso di visitare la Cappadocia con dei tour organizzati, e non perche' la zona sia difficile da girare in autonomia, anzi! Mi sono fatta due calcoli ed ho stilato una lista dei pro e contro.

Aspetti positivi del tour organizzato:

  • Comodita'. Ti vengono a prendere e ti riportano in hotel;
  • Numero chiuso. Il gruppo non e' mai enorme: durante il tour rosso eravamo una quindicina di persone, durante il tour verde invece una decina. E non perche' c'era stato un basso numero di prenotazioni: il pulmino non aveva piu' di 15 posti a sedere.
  • Conoscenza. Le guide forniscono tantissime informazioni sulla Cappadocia, come si e' formata questa zona, raccontano storie e leggende, danno un'idea generale su molteplici aspetti della popolazione come usanze, religioni, arte e molto altro ancora. Informazioni che si, potrebbero anche essere trovate su delle guide cartacee, ma ho trovato molto bello ascoltare persone locali parlare della loro terra e condividere con noi quello che hanno imparato sui loro libri e dai loro professori. La conoscenza delle guide e' stata davvero il valore aggiunto al viaggio.

Aspetti negativi del tour organizzato:

  • non puoi scegliere dove mangiare durante il tour (poco male, a cena si e' liberi di scegliere il ristorante che si vuole);
  • c'e' da seguire una tabella di marcia che prevede una finestra di tempo fissa da spendere in ogni luogo (anche qui poco male, ho notato con piacere che le guide, dopo aver fornito le nozioni sulla zona, lasciano al gruppo abbastanza tempo libero per esplorare da soli o scattare le fotografie);
  • una volta finito il tour, tornati in hotel, si e' senza macchina: bisogna quindi programmare bene tutti i luoghi da vedere e, se non fanno parte dei tour, ci si puo' organizzare con le guide per prolungare l'esplorazione (le nostre guide ripetevano spesso durante il tour che, se a fine giornata volevamo vedere altri posti, potevamo accordarci con loro).

Insomma per tutti questi motivi sono giunta alla conclusione che no, incaponirsi con l'organizzazione in solitaria sempre e comunque non e' una buona idea 😉

I tour organizzati per visitare la Cappadocia

Ho trovato diversi tour organizzati per visitare la Cappadocia: toccano tutti piu' o meno le stesse tappe ed hanno gli stessi prezzi, euro piu' euro meno. Quello che li differenzia e' il pranzo (alcuni lo comprendono ed altri no), e la lingua della guida.

Tenete presente che le bevande non sono incluse in alcun tour, quindi dovrete pagarle a parte.

Cliccate sui link che vi ho lasciato, leggete le descrizioni dei tour e scegliete qual e' il piu' adatto alle vostre esigenze.

Noleggio auto in Cappadocia

Se invece preferite comunque il fai da te, noleggiate tranquillamente un'auto all'aeroporto di Göreme e affidatevi a Google Maps per le indicazioni.

Le strade sono in buono stato e le attrazioni sono abbastanza vicine tra di loro, quindi non dovrete mai guidare per piu' di un'oretta circa (due ore se volete arrivare al lago salato).

I prezzi sono buoni, quindi se siete in due o piu' persone e cercate il risparmio, l'opzione noleggio potrebbe sicuramente fare al caso vostro.

Controllate qui i prezzi del noleggio auto a Göreme, in Cappadocia.

Clima in Cappadocia e abbigliamento adatto

Il clima in Cappadocia ad Aprile (abbiamo visitato la Cappadocia dal 27 al 30) e' mite: abbiamo trovato delle buone giornate di sole misto a nuvole passeggere, con temperature che variavano tra i 15°C di notte e i 24°C di giorno. La prima sera appena atterrati pioveva a dirotto, ma poi una volta arrivati a Göreme era tutto asciutto.

Il clima pero', incomprensibilmente, non era adatto ai voli in mongolfiera che purtroppo sono stati tutti cancellati, compreso il nostro, per tutta la durata della nostra permanenza 😪

Comunque le temperature erano perfette per le escursioni, con un bel sole che abbronzava senza far sentire troppo caldo. Abiti di cotone con maglioncini o felpe da mettere e togliere all'occorrenza sono andati piu' che bene, con una giacca finta pelle solo per la sera.
Ah! Mi raccomando scarpe basse e comode, vi salveranno i piedi durante tutte le arrampicate e le scarpinate che farete 😉

Assicurazione di viaggio

Mi raccomando, stipulate sempre un'assicurazione di viaggio!

Io ultimamente mi affido a Heymondo perche' e' economica, semplice da usare, le polizze sono chiare, ha un ottimo servizio clienti e soprattutto perche' ha una rapida gestione del rimborso (provato in prima persona!).

Vi lascio qui il link alla mia recensione di Heymondo in cui vi racconto cosa mi e' successo in viaggio e come si e' svolta la pratica di rimborso spese mediche:

Recensione di Heymondo, assicurazione di viaggio: la mia esperienza.

E se siete in fase di acquisto polizza, ecco anche uno sconto del 10% per voi:

Sconto del 10% per i lettori di In giro con Fluppa.

Cosa mangiare in Cappadocia

Pollice in su per la cucina turca!

Gli ingredienti principali dei piatti di questa regione sono: carne (manzo, pollo o agnello, non maiale), riso, verdure, legumi, frutta secca e spezie.

Ho scoperto i turchi essere bravissimi fornai, dopo aver provato diversi tipi di pane, focacce e dolci, li ho amati tutti!

Arance e melograno spopolano per strada dove, per poche lire, vendono delle succosissime spremute fatte sul momento.

Nonostante la maggior parte della popolazione turca sia di religione musulmana, le bevande alcoliche sono abbastanza diffuse, anche se non tutti i ristoranti le servono: in alcuni casi ho visto dei cartelli fuori il ristorante che avvisavano che quel ristorante, appunto, non serve alcool. Noi per esempio abbiamo mangiato in una steak house e abbiamo preso del vino, in un altro ristorante invece abbiamo bevuto acqua.

Per il poi, servirebbe un capitolo a parte: il suo nome turco e' çay e, piu' che una bevanda, e' una tradizione, un momento di pausa, di ritrovo e condivisione. Proprio come l'espresso per noi italiani. Viene servito, bollente, in minuscoli bicchieri di vetro e si beve in pochi minuti. Proprio come l'espresso per noi italiani 😃 E si vedono i commercianti, sulle soglie delle loro botteghe, fumarsi una sigaretta e bersi un tè. Proprio come noi italiani con l'espresso 😄 Questo e' uno degli aspetti che mi ha fatto sentire davvero a casa ❤

Infine, ho seguito i consigli on line di non bere l'acqua dal rubinetto perche' non buona. Ho apprezzato molto la gentilezza dell'hotel che ci ha fatto trovare ogni sera due bottigline d'acqua in camera, ci sono state davvero molto utili durante le nostre escursioni! In ogni caso le bottiglie d'acqua si vendono ovunque e costano una sciocchezza come 1 lira turca (€0,15)!

Se volete qualche consiglio sui ristoranti, io ho cenato qui:

  • Mozaik Restaurant;
  • Kale Terrasse Restaurant;
  • Smile Steak House.

Valuta: la Lira turca e l'Euro

Prima di partire ero un po' confusa perche', pur sapendo che la valuta locale e' la Lira turca, vedevo che tutte le agenzie di escursioni richiedevano pagamento in Euro. Il motivo e' riconducibile semplicemente al crollo della moneta locale di questi ultimi anni. Non sapevo se i bancomat in Cappadocia emettevano solo Lire turche o anche Euro, quindi ho deciso di portarmi circa 200€ in contanti per sicurezza e poi prelevare li'.
Infatti ho utilizzato quegli euro per pagare i tour, poi ho prelevato un po' di Lire turche per le piccole spese ed ho pagato con carta nei ristoranti. Nel caso in cui non si voglia o possa pagare con carta, ci sono anche diversi uffici di cambio.

Quanto ho speso in 3 giorni pieni in Cappadocia?

Queste sono le spese che ho sostenuto nel 2019, con il passare degli anni i prezzi potrebbero essere aumentati:

  • Navetta aeroporto-hotel €8 a testa a tratta
  • Hotel €181 per 2 persone, 4 notti
  • Tour rosso €28 a testa
  • Tour verde €33 a testa
  • Tot. 3 cene €36 a testa (si, davvero cosi' poco!)

Come avete visto la Turchia e' davvero economica, si riesce a fare tutto, dormire in bellissimi hotel e cenare fuori tutte le sere spendendo tutto sommato una cifra ragionevole 😊

Questo e' quanto, se avete altre curiosita' e domande sul viaggio in Cappadocia inviatemi una mail a flavia.iarlori@outlook.com.

Nei prossimi post vi raccontero' per filo e per segno cosa visitare in Cappadocia:

firma di Flavia Iarlori
Condividi! b a

Nota:
In giro con Fluppa partecipa a programmi di affiliazione. Ciò vuol dire che, se deciderai di prenotare un tour/alloggio del sito partner tramite il mio link, a me verrà riconosciuta una percentuale sulla vendita. In questo modo mi aiuterai a sostenere e mandare avanti il mio blog, senza alcuna spesa aggiuntiva per te.

In giro con Fluppa non si ritiene direttamente responsabile per eventuali acquisti eseguiti senza leggere le condizioni d’uso del provider di eventuali biglietti e/o prenotazioni online.

© Copyright 2024, Tutti i diritti riservati. Cookies + Privacy Policy

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies