Cosa fare e vedere a Utrecht e dintorni

Giugno 2018
3 giorni
nella media nord europea
grandangolo per gli edifici e i canali
mappa con la destinazione
  1. Olanda
  2. Utrecht
  3. Cosa fare e vedere a Utrecht e dintorni

La prima citta' che viene in mente quando si sente parlare dei Paesi Bassi e' Amsterdam, la sua capitale famosa (tra le altre cose) per le case inclinate e i canali, o la moderna e dinamica Rotterdam.

Ma se vi dicessi che, nel cuore dell'Olanda, c'e' una citta' che unisce entrambe le cose, tradizione e modernita', con pochi turisti ma un'ottima atmosfera?

Utrecht e' proprio cosi': una citta' da vivere piu' che da visitare, ha poche cose da vedere ma i suoi abitanti sono felici perche' hanno tutto cio' che serve per condurre una vita serena e crearsi un futuro.

Il turismo di Utrecht non compete di certo con quello di Amsterdam, ma visitando questa citta' con calma potrete assaporare la vera vita degli olandesi, magari noleggiare uno spazio di co-working e dopo lavoro raggiungere in bici uno dei centinaia di coffee shop o fare una passeggiata lungo i canali della citta'.

Proprio per questo motivo in questo articolo vi raccontero' cosa fare ad Utrecht, piu' che cosa vedere, con un paio di tappe nei dintorni.

Come arrivare a Utrecht

Utrecht si trova a circa 45 km a sud di Amsterdam, nel centro dei Paesi Bassi.

Raggiungere Utrecht e' molto semplice, bisogna infatti atterrare ad Amsterdam Schiphol e poi prendere un treno.
Proprio dentro l'aeroporto c'e' la stazione dei treni; il biglietto costa €9.40, i treni partono ogni quarto d'ora e il tragitto dura circa 30 minuti.

Vi lascio il sito delle ferrovie per controllare orari e prezzi aggiornati: www.ns.nl/en.

Come muoversi a Utrecht

Cosi' come in molte citta' dei Paesi Bassi, anche ad Utrecht l'acqua e' l'elemento dominante del paesaggio: canali, ponti, dighe e argini la fanno da padrone in citta', con il centro storico caratterizzato da strade e vicoli dedicati a pedoni e biciclette.

Utrecht e' abbastanza piccola, quindi si puo' visitare tranquillamente a piedi o in bicicletta.
Per spostarsi nei dintorni di Utrecht, autobus e treni vi porteranno ovunque ma se siete attivi e volete vivere la zona come dei veri olandesi, sappiate che anche con la bicicletta si possono raggiungere i paesi vicini (come abbiamo fatto noi!): il territorio e' pianeggiante, le distanze brevi e le piste ciclabili sono ovunque!

Non c'e' cosa piu' semplice del noleggiare una bicicletta ad Utrecht: le troverete in ogni hotel o appartamento, altrimenti ci sono diversi negozi di noleggio bici in cui potrete scegliere tra la classica bici da citta', il tandem o la bici elettrica.
Vi lascio il sito della citta' di Utrecht con un elenco delle compagnie di noleggio bici dove controllare i prezzi.

Dove dormire a Utrecht

Utrecht ha visto me e Massimo ben tre volte: una volta abbiamo scelto un Airbnb e le altre due volte abbiamo scelto un hotel.

Uno di questi era l'Oorsprongpark, un B&B alla buona, un po' lontanuccio dal centro per arrivarci a piedi ma con la bici era fattibile. Non sono rimasta particolarmente colpita dalla qualita', soprattutto per il prezzo che, nel 2018, era di 80€ a notte.

Un hotel che invece mi sento di consigliarvi e' l'NH Utrecht: a giusto un paio di minuti a piedi dalla stazione centrale, moderno e davvero pulito, con stanze grandi e ben curate. Costa sicuramente di piu', ma e' un hotel con tutti i crismi.

In tutte e tre le occasioni non abbiamo fatto colazione presso gli alloggi, quindi non vi posso dare recensioni sul cibo. Abbiamo infatti preferito prendere caffe' e croissant in diversi bar e bakery sparsi in citta', come facciamo ogni volta che la colazione non e' inclusa nel prezzo.

Cosa fare e vedere ad Utrecht

Utrecht e' una citta' giovane e multiculturale grazie alla sua l'Universita' che, con i suoi 30.000 studenti, costituisce il piu' grande ateneo dei Paesi Bassi.

Passeggiare per Utrecht ispira nuove idee, girarla con una bicicletta vi fara' sentire parte di una comunita' eclettica, creativa e attenta all'ambiente.

Per questo vi consiglio di viverla come una persona del posto: con calma e curiosita'.

Vediamo quindi cosa fare e vedere ad Utrecht.

Passeggiare lungo i canali

Una delle prime cose da fare ad Utrecht, specialmente se visitate la citta' in primavera o estate, e' passeggiare con calma lungo i suoi canali: Oudegracht, il "canale vecchio" che passa per il centro citta', e Nieuwegracht, il "canale nuovo" situato un po' piu' fuori dal centro storico.
Fotografare i riflessi nell'acqua, osservare le facciate degli edifici, sbirciare attraverso le finestre delle case che raramente hanno le tende e provare a contare quante biciclette ci sono (rinunciateci) sono state le mie attivita' preferite durante ad Utrecht.

A differenza di Amsterdam, Utrecht ha bar e ristoranti in riva al canale con i tavolini piazzati sulle banchine e affacciati sull'acqua: questi locali sono ricavati da quelli che una volta erano le cantine del molo, un ottimo modo per riutilizzare spazi abbandonati!

Per vedere la citta' da un altro punto di vista, potreste fare un tour guidato in battello o addirittura noleggiare un pedalo', una barca a remi o una canoa!

A proposito di canali, vi lascio questa chicca su un luogo davvero carino dove vedere il tramonto ad Utrecht.

Si tratta di un punto in particolare sulla sponda del fiume Vecht, prima che si divida in tre andando a formare i canali Oudegracht e Nieuwegracht. Sulla mappa si trova esattamente di fronte il pub Het Muzieklokaal, locale utilissimo per prendere una birra e andarla a bere sulla banchina di fronte, con le gambe penzolanti sul canale. Volendo spendere di meno, basta attraversare il ponte per trovare un piccolo negozio di alimentari ed un negozio di liquori.
La zona e' frequentata dai ragazzi del posto, che arrivano qui in bici o con il kayak, per bere qualcosa e rilassarsi aspettando il sole che scende di fronte.

Salire sulla Domtoren

La Cattedrale di San Martino (Domkerk) e' il Duomo di Utrecht, un edificio gotico la cui storia, tra distruzioni e ricostruzioni, inizia addirittura nel 630 dC.
La Domkerk era un tempo la chiesa più grande dei Paesi Bassi ma nel 1674, a seguito di una tempesta, la navata collasso' e non fu mai ricostruita, lasciando la torre isolata dall'estremità orientale: per questo motivo vediamo oggi la torre separata dalla chiesa.

La Torre del Duomo (Domtoren), con i suoi 112 mt di altezza raggiungibili attraverso 465 scalini, e' la torre campanaria piu' alta dei Paesi Bassi, risale al 1300 ed e' visibile da ogni angolo della citta', di cui e' anche il simbolo.

Salire sulla Dotoren e' possibile solo attraverso una visita guidata, durante la quale ci si ferma ad osservare le campane storiche, il cui peso combinato e' di 32000 kg, ed il carillon del 17° secolo.

Per acquistare biglietto e la visita con guida, andate sul sito della Domtoren.

Mangiare multietnico e bere birra (tanta!)

Abbiamo detto che Utrecht e' una citta' multiculturale, questo lo si percepisce anche dalla scena culinaria: durante le nostre visite abbiamo mangiato hamburger e patatine ma anche ramen, tapas e sangria e un ottimo panuozzo napoletano.

L'imbarazzo della scelta si presenta anche per quanto riguarda le birrerie. Le nostre preferite sono:

  • Biercafé Olivier un pub dall'ampia selezione di birre belghe allestito in una vecchia chiesa clandestina del 1860, di cui sono stati conservati quanti più elementi possibili: l'altare, le volte e l'organo.
    Indirizzo: Achter Clarenburg 6A
    Sito web: utrecht.cafe-olivier.be
  • Grand Café Lebowski avete presente quei locali che entrate per una birra e, prima di arrivare al bancone, perdete una mezz'ora a guardare la miriade di oggetti e ammenicoli appesi ai muri, al soffitto, sparsi sui tavoli e per terra? Ecco, il Lebowski e' uno di quelli, un bar con ampia selezione di birre e, tra le altre cose, vecchi giochi arcade anni '80.
    Indirizzo: Domplein 17
    Sito web: grandcafelebowski.nl

Andare a caccia di luci con il Trajectum Lumen

Quando poi cala il buio (a Giugno molto tardi!) c'e' ancora qualcosa da fare: Trajectum Lumen, un itinerario serale alla scoperta del centro storico di Utrecht attraverso installazioni luminose.
Procuratevi una cartina dell'itinerario presso l'ufficio del turismo situato in Piazza Duomo (disponibile tutto l'anno) e seguite il percorso, da soli o con guida, che vi portera' ad osservare edifici, ponti e vicoli che, con queste illuminazioni particolari, acquistano tutto un altro fascino.

Potete anche scaricare l'app con mappa interattiva e spiegazioni sulle installazioni artistiche che state vedendo.

Siti web: trajectumlumen.nl e trajectum-lumen-app

Cosa vedere nei dintorni di Utrecht

Pur essendo la quarta citta' dei Paesi Bassi per numero di abitanti, Utrecht ha oggettivamente poco da vedere, turisticamente parlando.
Se avete qualche giorno disposizione e volete esplorare i dintorni di Utrecht, noleggiate una bicicletta!

A noi e' successo proprio questo: il tempo a disposizione, le lunghe giornate di inizio estate e i 32.000 km di piste ciclabili dei Paesi Bassi ci hanno convinto a noleggiare le bici e raggiungere un paio di posti vicini a colpi di pedalata.

Rimanendo nella provincia di Utrecht (si perche' Utrecht fa provincia!) siamo andati ad Amersfoort con il treno e ad Houten in bicicletta.

Amersfoort

Amersfoort e' una piccola citta' medievale a nord est di Utrecht, raggiungibile in circa un'ora e mezza di bicicletta oppure in 15 minuti di treno.

Consiglio di iniziare la passeggiata ad Amersfoort dalla Koppelpoort, la porta medievale sul fiume Eem, che insieme alla Kamperbinnenpoort e alla Waterpoort costituiscono le tre porte di accesso alla citta'.

Il centro medievale, circondato dal fiume, e' dominato dalla imponente Onze-Lieve-Vrouwentoren, la Torre di Nostra Signora che, a seguito di misurazioni e rilievi effettuati, pare essere stata costruita proprio nell'esatto centro dei Paesi Bassi!

Noi abbiamo passato ad Amersfoort una piacevole mattinata ammirando gli edifici storici, fotografando le porte, passeggiando lungo il canale e pranzando all'aperto nella piazza del mercato (Hof), ai piedi della Chiesa di San Giorgio.

Houten

Ad Houten ci siamo arrivati in bici in circa 30 minuti senza fermarci, dista infatti da Utrecht una decina di km.

Ad Houten di interessante non c'e' NIENTE 😂
L'unico motivo per cui ci siamo passati, un giorno che eravamo in bici in quelle zone, e' la fila di case colorate in legno affacciate sul lago che vedete in fotografia. Non potevo non aggiungerle alla mia collezione di case colorate nel mondo!

Per Utrecht e' tutto, spero di aver soddisfatto la vostra curiosita' e, se avete domande, scrivetemi nei commenti o sull'email!

firma di Flavia Iarlori
Condividi! b a

Nota:
In giro con Fluppa partecipa a programmi di affiliazione. Ciò vuol dire che, se deciderai di prenotare un tour/alloggio del sito partner tramite il mio link, a me verrà riconosciuta una percentuale sulla vendita. In questo modo mi aiuterai a sostenere e mandare avanti il mio blog, senza alcuna spesa aggiuntiva per te.

In giro con Fluppa non si ritiene direttamente responsabile per eventuali acquisti eseguiti senza leggere le condizioni d’uso del provider di eventuali biglietti e/o prenotazioni online.

© Copyright 2020, Tutti i diritti riservati. Cookies + Privacy Policy

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies