Lefkada, quando una blogger va in vacanza

una settimana
agosto
abbastanza economica
ottimi il pesce fresco e le gyros pita
albe, tramonti e spiagge da fotografare!
e' un'isola molto verde

Erano circa una decina d'anni che non facevo una Vacanza, di quelle in cui vai al mare, mangi, fai passeggiate e dormi.
Ci voleva Lefkada per costringermi a farlo!

Qualcuno mi ha detto: "Sei pessima! Ti sei imbucata nella vacanza dei tuoi!" ...e in effetti e' un po' vero 😆 Cerca l'appartamento, cerca il traghetto, cerca le spiagge, alla fine mi e' venuta voglia di andarci! E poi mamma e papa' sono stati contenti, non facevamo una vacanza insieme da quando ero adolescente 😁

Come ci si arriva?

Per arrivare a Lefkada ci sono due modi: il traghetto dalla Puglia o l'aeroporto di Aktion.
Mamma e papa' hanno preso il traghetto della Ventouris Ferries che partiva da Bari a mezzanotte e arrivava a Igoumenitsa alle 15 del giorno dopo. Lefkada e' un'ora avanti rispetto all'Italia e due ore avanti rispetto all'Inghilterra, quindi le ore di navigazione sono state 14. Hanno imbarcato l'auto e pagato un totale di 263€ a/r con l'opzione di solo passaggio ponte. Da Igoumenitsa poi hanno guidato per 130 km fino a Lefkada, in circa due ore e mezza sono arrivati all'appartamento.
Io invece, venendo da Londra, sono atterrata con Easyjet all'aeroporto di Aktion, localita' Preveza: da li' e' solo una mezz'ora di auto fino all'isola.

L'isola e' collegata alla terraferma da una lingua di terra, quindi non c'e' bisogno di ulteriori traghetti per raggiungerla.

Quanto caldo fa?

Le temperature diurne si sono mantenute sui 32-35°C : per fortuna avevamo l'aria condizionata sia in casa che in auto, per il resto eravamo perennemente in acqua! 😅 La sera invece ci sono stati dei gradevolissimi 26-28°C che facevano respirare e godere delle passeggiate in riva al mare.

Qualche consiglio pratico?

A Lefkada scordatevi la sabbia, le spiagge sono costituite di sole pietre: scarpette obbligatorie, si scivola un casino! Si possono comprare li' nei negozietti a 8€.
Inoltre molte spiagge sono nascoste e non servite, quindi fate scorte di acqua e cibo prima di avventurarvi.
Ultima cosa: comprate una cartina dell' isola e state molto attenti alla segnaletica stradale, che e' pessima. A volte le indicazioni sono scritte su pezzi di legno con tempere mangiucchiate dal sole. Andate piano con l'auto, soprattutto quando le strade cominciano a diventare sterrate: spesso e volentieri vi ritroverete curve a U e burroni a destra e a sinistra.

Quanto e' grande Lefkada?

Per darvi un po' l'idea delle distanze e il tempo impiegato, ecco un itinerario schematico:

  • Giorno 1: Episkopos e Lefkada
  • Giorno 2: Valisiki, Micros Gialos, Nidri
  • Giorno 3: Gita in barca: Porto Katsiki, Cefalonia, Itaca, Grotta di Papanikolis (isola di Meganisi), Isola di Onassis
  • Giorno 4: Amouso = Lagadaki Beach e Malecka Beach
  • Giorno 5: Porto Katsiki
  • Giorno 6: Keramidaki e Sivota
  • Giorno 7: Afteli

E ora vi descrivo le spiagge e i paesini che sono riuscita a vedere in questa settimana, cartina alla mano, in senso orario.
Ve lo dico: e' un articolo molto fotografico!

Lefkada

Lefkada e' il primo centro che si incrocia all'arrivo sull'isola.
Di giorno e' quasi vuota, la vita si concentra sulle spiagge! Nel pomeriggio il vento comincia ad alzarsi e i kitesurfisti affollano Milos Beach, una lingua di sabbia a nord ovest dell'isola.

Al tramonto e' bellissimo fare una passeggiata su Aggelou Sikelianou, attraversare il ponticello e guardare i ristoranti dalla lingua di terra che corre di fronte il lungomare. Il cielo assume tutte le sfumature dell'arancio e piano piano diventa rosa, colorando il mare, le case, le sedie e i tavolini, gli ombrelloni.

Il paese di Lefkada e' parecchio animato di sera grazie ai negozietti aperti fino a mezzanotte e le decine di bar, gelaterie e ristorantini all'aperto.
Su Aggelou Sikelianou abbiamo mangiato una buona pita. Stupidamente non mi sono scritta il nome del locale, ricordo che ha i Gyros a vista ed e' situato verso la fine della strada. Abbiamo pagato 23€ in totale per 3 pite, 3 birre e un piatto di patatine.

Ligia

A Ligia non c'e' assolutamente nulla, se non l'appartamento in cui abbiamo soggiornato, l' Aris Villas.
E' un complesso di tre villette nuove con aria condizionata e una bellissima vista sul mare, costruite in cima ad una collinetta piena di alberi di fico. L'arredamento e' basic, asciugamani e lenzuola vengono cambiati ogni 4 giorni.
Dal terrazzo ho visto bellissime albe e tramonti, una notte ho anche fotografato il cielo! 😍

Vicinissimo all'appartamento c'e' una bella taverna sul mare in cui abbiamo mangiato la prima sera, Giannis. I tavoli sono sistemati direttamente sulla spiaggia, il mare di sera e' una tavola! Le luci dei lampioni e le barchette creano davvero una bella atmosfera, inoltre abbiamo mangiato un buon calamaro arrosto, una gustosa moussaka e souvlaki, pane e tsatsiki,acqua e birre per 37€.

Episkopos

Episkopos e' stata la prima zona che abbiamo esplorato perche' vicino casa: una serie di spiaggette microscopiche separate dalla strada solo da una decina di gradini. E' una zona molto tranquilla, dall'acqua calma e trasparente e un po' di vegetazione che regala ombra nelle ore pomeridiane.

Keramidaki

Leggermente piu' a sud, all'altezza dell'hotel Red Tower, troviamo Keramidaki, anch'essa a qualche metro sotto la strada e con l'acqua pulita.
Questa baia e' circondata a destra e sinistra da scogli, abitati da vegetazione e branchi di pesciolini.
Prima di cominciare a fare snorkelling ho visto un signore che andava via con una busta di plastica piena di stelle marine.
Perche'???
Si mangiano? Non mi pare! Perche' farle morire? Questa cosa mi ha abbastanza infastidita. 😡 Quando poi ho messo la maschera ne ho vista solo una, abbastanza al largo. Le ho fatto una foto e l'ho rimessa li' dov'era.

Nidri

Nidri e' un paesino molto grazioso che si estende sulla costa est dell'isola.
La strada interna e' piena di negozietti, forni e gelaterie aperte fino a sera tardi; parallelamente a questa strada corre il lungomare, puntellato di ristorantini e barche attraccate. La sera, se non sbaglio dalle 19 alle 2 di notte, il passaggio alle auto e' vietato: per andare da nord a sud si deve oltrepassare il paese tramite la strada esterna che lo circonda, su cui ci sono anche diversi parcheggi gratuiti.
Il lungomare di Nidri e' tutto un brulicare di gente che entra ed esce dalle taverne e di ragazzi che invitano i turisti a comprare i biglietti per i vari tours in barca delle isolette circostanti.

Mikros Gialos

Mikros Gialos e' una delle spiagge che ho apprezzato di piu', tranquilla nonostante il campeggio presente (l'ho visitata dopo pranzo) e con dei colori davvero invitanti!
Per arrivarci bisogna scendere a sud seguendo le indicazioni per Vasiliki. Poco dopo il bivio per Katochori troverete l'indicazione per Poros sulla sinistra: in quell'incrocio c'e' un banchetto con un signore che vende barattoli di miele. Prendendo quella strada si scende per qualche km fino ad arrivare ad un incrocio: non andate a sinistra, altrimenti salite in collina fino al paese di Poros, scendete invece a destra fino arrivare a Poros beach, che ci hanno poi detto essere la stessa cosa di Mikros Gialos beach.

Sivota

Ritornando sullo stradone principale, il bivio dopo quello di Poros porta a Sivota, una carinissima baia piena di barchette di pescatori e ristorantini in cui mangiare pesce. Rispetto a Nidri e' molto meno turistica, meno affollata, piu' intima.

Ci siamo fermati a mangiare alla taverna Spiridoula, la primissima che si incontra sulla destra della baia. I tavolini sono disposti sul lungomare a ridosso delle barchette. Abbiamo pagato 60€ in totale per un calamaro ripieno, una frittura di pesce, una zuppa di pesce servita in crosta di pane, 1 lt di vino e 1 lt di acqua. Dolce offerto dalla casa 😊

I gattini gironzolavano tra i tavoli lungo le strade alla ricerca di avanzi di pesce; fermandomi ad accarezzarne uno piccolo e biondino, un signore mi dice che se voglio posso portarmelo a casa 😄

Afteli

Afteli e' l'ultima spiaggia che ho visto in ordine cronologico, mi ha fatto andar via con l'amaro in bocca perche' e' stata l'esempio lampante della totale mancanza di regole per la salvaguardia ambientale.
Un mare dai colori bellissimi rovinato dalle barche che arrivavano a riva a motori accesi, lasciando scie di nafta puzzolente e chiazze nere di petrolio galleggiante.

Mi chiedo anche stavolta, perche'? Non esiste la guardia costiera?
Andando avanti cosi', che ne sara' di questi bei posti fra qualche anno??? 😩

Amouso: Lagadaki beach e Malecka beach

Scendendo poco dopo il bivio per Afteli, troverete l'indicazione per Amouso e per le Amarantos Villas.
Se percorrete quella strada scenderete giu' giu' giu' fino alla spiaggia di Amouso, che pero' quel giorno era un po' troppo affollata.
Come suggerito dal sito Vacanza in Grecia abbiamo oltrepassato la spiaggia prendendo la strada sterrata sulla sinistra e siamo arrivati alla piccola caletta chiamata Lagadaki: uno splendore, c'erano si e noi 10 persone che dopo qualche ora sono andate via, lasciando la spiaggetta tutta per noi 😍
Nel primo pomeriggio ci siamo spostati invece a Malecka, la spiaggia situata alla destra di Amouso, se possibile ancora piu' bella di Lagadaki e ugualmente tranquilla. Quest'ultima ha diverse calette con fondale basso e dei colori davvero bellissimi. E' stata la mia spiaggia preferita!

Vasiliki

A Vasiliki e' facilissimo arrivare, specialmente se si e' distratti alla guida e non si leggono bene le indicazioni stradali: e' infatti la direzione ultima di tutte le strade che portano a sud, basta non girare mai e si arriva li' 😄
Anche se le foto mostrano un mare limpido come per le altre spiagge, devo dire che e' quella che mi e' piaciuta di meno a causa della vicinanza al porto e ad uno scarico fognario di cui, ahime', ci siamo accorti dopo 😖
La zona del porto pero' e' carina per pranzare o fare una passeggiata di sera, con i ristorantini affacciati sul mare e i negozietti di souvenirs.

Porto Katsiki

Ed arriviamo infine a Porto Katsiki, l'icona di Lefkada, protagonista indiscussa di molte cartoline e meta di tutti i tours in barca.
Alessandro e Sara di girovagate.com mi avevano suggerito di andarci molto presto: mamma si e' rifiutata di svegliarsi prima delle 7, quindi non siamo riusciti ad arrivare laggiu' prima delle 10 😅 Siamo riusciti a goderci la spiaggia abbastanza tranquilla per un paio d'ore, poi verso le 12 sono cominciate ad arrivare le barche turistiche e la spiaggia e' diventata affollatissima: notate la differenza tra la prima foto (ore 10) e l'ultima (ore 14)!
E' l'unica spiaggia in cui abbiamo pagato il parcheggio, 3€ per l'intera giornata.
Per arrivare al mare si scendono un centinaio di scalini; se avete dimenticato acqua e cibo non morirete: ci sono dei ragazzi che lavorano per il ristorante-bar che si trova in cima alla roccia che prendono ordinazioni e ve le portano fin sotto l'ombrellone!
L'acqua azzurra quasi da pennarello e la roccia bianca a picco mi hanno ricordato la spiaggia del Navagio a Zante!
Comunque se devo essere sincera, il mare qui non mi ha fatto impazzire. Super azzurro, si, un bel colpo d'occhio dall'alto e belle fotografie! Pero' l'acqua era torbida, non riuscivo a vedere i piedi...sembrava di essere immersi in un bicchiere di tempera diluita 😅 il che non e' sgradevole, pero' dopo essere stata in quelle spiagge ad est dove riuscivo a contare le pietre anche a 2 mt di profondita'...capirete 😏

Altre spiagge ad ovest

Insomma alle 14 siamo andati via, sperando di trovare qualche altra bella spiaggia sulla costa ovest dell'isola.
Invece ci siamo ritrovati a passare qualche ora in auto, fermandoci a guardare tutte le spiagge e bocciandole una dopo l'altra 😂.
Abbiamo provato Katishma: affollata; Agios Nikitas: affollata; Pefkoulia: niente di che; Kaminia: algosa.
Il motivo e' semplice.
Lefkada e' un'isola quasi divisa in due: ad ovest parecchio ventilata, ottima per il kitesurf, con spiagge lunghe, attrezzate e affollate; ad est invece ci sono spiaggette microscopiche, nascoste, con pochissima gente, dal mare cristallino e piatto che invita allo snorkelling.
E noi eravamo molto piu' propensi per la costa est 😃

Foto dal mio profilo Instagram

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Condividi! b a c

Pro

  • quasi tutti parlano Italiano ed Inglese
  • buon cibo
  • prezzi contenuti
  • parcheggi gratuiti e spiagge libere
  • acqua cristallina

Contro

  • pessima segnaletica stradale
  • strade pericolose
  • assenza di guardia costiera
  • poche regole per la salvaguardia ambientale e la sicurezza umana
© Copyright 2017, Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies