Minorca, il paradiso marino

molto economica
5 giorni
settembre
gustoso cibo spagnolo
splendidi scorci

Traghetto, hotel, auto

Nel 1993 Minorca è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall'Unesco. E' infatti il piu' bel posto marino che abbia visto finora! Non capisco perche' viva all'ombra della sorella maggiore, Maiorca : la piccolina e' molto piu' bella, poco turistica, piu' selvaggia, piu' economica, piu' romantica! Insomma migliore, sotto tutti i punti di vista!! Abbiamo raggiunto questa splendida isola dal porto di Alcudia di Maiorca tramite traghetto Iscomar , pagando 49€ a testa. La traversata non e' stata delle migliori, quel giorno c'era cattivo tempo e mare agitato: il 90% dei passeggeri ha sofferto di mal di mare, me compresa! Il cattivo tempo e' durato per i due giorni a seguire, con nuvoloni neri e vento selvaggio: ne abbiamo approfittato per visitare i paesini e i siti archeologici, dopodiche' e' uscito il sole e tutta l'isola si e' trasformata in un paradiso marino! Ma andiamo con ordine: una volta sbarcati a Ciutadella abbiamo preso un taxi che in 5 minuti ci ha portati in hotel. Abbiamo alloggiato all'hotel Madrid pagando 87€ a testa per 5 giorni: un prezzo davvero ottimo in cambio di un hotel pulito, non centralissimo ma facilmente raggiungibile a piedi, silenzioso e dal personale molto gentile! Avendo a disposizione pochi giorni e volendo vedere piu' spiagge possibili, abbiamo optato per il noleggio di un'auto: senza prenotare da casa, ci siamo fatti una passeggiata in centro e abbiamo trovato Autos Ciutadella, 140€ per una Hyundai Atos per 4 giorni .

Ciutadella de Menorca

La zona in cui alloggiavamo e' moooooooooolto carina! A 10 minuti di passeggiata dall'hotel si arriva al porto, una zona elegante piena di ristorantini e bar e luogo di attracco di diverse barche di lusso.

La maggior parte delle casette sono bianche, specialmente la sera e' piacevole fare una passeggiata poiche' le luci donano un'atmosfera tutta romantica! (purtroppo le immagini sono pessime, quell'anno non avevo ancora la mia amata Canon!)

Labirinto di Lithica

Se l'archeologia vi affascina, non potete perdervi una visita al labirinto naturale di Lithica! Si tratta di un'antica cava tramutata in parco, con sentieri, giardinetti e punti panoramici. Arrivata al centro del labirinto, guardando le maestose mura attorno a me, mi sono sentita piccola piccola! Si trova ad 1 km circa da Ciutadella e l'ingresso costa solo 5€!

Mahon

Mahon e' la capitale di Minorca, si trova al lato opposto di Ciutadella, all'estremo est dell'isola. Ha uno dei porti piu' grandi che abbia mai visto! E' sempre piuttosto animato grazie ai ristorantini, le bancarelle e i negozietti tipici del centro.

Fornells

Fornells e' un piccolo villaggio di pescatori a nord dell'isola. Completamente fuori dalle rotte turistiche, con il mercato, le casine bianche e la vita lenta e rispettosa della natura.

Binibeca Vell

Minorca e' uno dei posti in cui sicuramente tornero' per una vacanza estiva, e avendo visto per caso Binibeca Vell posso dire che sicuramente la prossima volta prendero' un appartamentino in questo delizioso posto!

E' fondamentalmente un complesso turistico, ma costruito in maniera tale da somigliare perfettamente ai piccoli villaggi bianchi e silenziosi dell'isola: con le stradine strette, i mulini, i giardinetti con le palme. Troppo troppo carino!

Cala Blanca

Ma passiamo al punto di forza di Minorca: le sue spiagge e il suo mare! Cominciamo con Cala Blanca, a sud di Ciutadella, una carinissima baietta attrezzata con bar, docce e bagni gratis, lettini e ombrelloni, ma anche spazi liberi e una piccola pineta che rinfresca nelle ore piu' calde. C'e' un parcheggio per le auto con strisce bianche e, cosa che mi ha stupito, dei parcheggiatori NON abusivi e che NON chiedono soldi :D (scusate, sono abituata male dai parcheggiatori di Napoli 😆 )

Cala en Turqueta

Un posto SPLENDIDO!! E' una baia dalla sabbia bianca e il mare turchese (da qui il suo nome), nascosta tra i pini nella parte sud di Minorca. Per arrivarci bisogna lasciare l'auto nel parcheggio e camminare una decina di minuti nel boschetto che abbraccia la spiaggia. E' una passeggiata non troppo faticosa e ripagata da uno dei piu' bei mari che la nostra Europa possa regalarci!

Consiglio di andarci il prima possibile poiche', essendo la spiaggia migliore dell'isola, e' ovviamente piu' affollata in tarda mattinata e primo pomeriggio. E portatevi acqua e cibo perche', da buon paradiso naturale, manca ogni tipo di bar o ristorante!

Cala Binidali

A sud est dell'isola, scendendo verso la costa a pochissimi minuti da Sant Climent, troviamo un altro gioiellino regalatoci da madre natura: Cala Binidali. Si parcheggia l'auto in cima alla roccia e gia' da li' sopra si puo' godere dei meravigliosi colori di questa piccola spiaggetta, dalla sabbia bianca e il mare turchese e blu.

Scendendo poi lungo la pineta si arriva in spiaggia: circondata di verde, piccolissima e poco turistica, non c'e' altro da fare che lasciare l'asciugamani a terra e buttarsi in quella splendida acqua trasparente! Anche qui zero ristorazione, quindi attrezzatevi!

Cala Binisafuller

Questa piccola caletta si trova nei pressi del villaggio Binibeca Vell ed e' un luogo di massimo relax. Sabbia chiara, ingresso in acqua dolce, circondata di rocce, silenziosa. Fidanzate gelose, attenzione: questa spiaggia ha la piu' alta concentrazione di turiste in topless che abbia mai visto! 😅

Cova d'en Xoroi

Ho voluto lasciare come ultima sezione la cova d'en Xoroi: quando la natura e l'uomo lavorano insieme creando meraviglie 😍 La cova non e' altro che un locale costruito in una grotta a strapiombo sul mare: di giorno si possono visitare le sue terrazze e prendere un drink, la sera si trasforma in discoteca. Come tutti sanno, non sono un'amante delle discos, quindi l'ho visitata credo nel momento migliore: al tramonto e poco prima che si riempisse di amanti della vita notturna!

Il tramonto qui e' uno dei piu' belli mai visti, con quella palla di fuoco che si lascia cadere lentamente in mare e i colori delle rocce e delle terrazze che si riscaldano piano piano.

Questo posto ha un'atmosfera magica, regalatale anche dalla leggenda, che provero' a tradurre, della scoperta di questa grotta: "Xoroi, un uomo sconosciuto arrivato via mare, probabile unico sopravvissuto di qualche naufragio, si rifugiò nella grotta. Un giorno d'inverno l'isola si copri' di insolita neve . Sulla neve apparirono impronte rivelatrici, e uomini armati seguendo le impronte scesero nella grotta. Nella grotta incontrarono un uomo, una donna e tre bambini, frutto del loro amore . Xoroi, vistosi circondato e impotente si lancio' in mare con suo figlio maggiore. Lo stesso mare che lo aveva portato sull'isola, si chiuse su di loro mantenendo il mistero della loro vita. Sconsolata, la donna e gli altri due figli furono trasferiti ad Alayor dove vive ancora la loro discendenza"

Condividi! b a c

Pro

  • economica a settembre
  • poco turistica
  • romantica
  • selvaggia
  • buon cibo
  • relax e avventura

Contro

  • nessun contro!
© Copyright 2017, Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies