Canterbury

mezza giornata
febbraio
economica
ottimo sunday roast
edifici antichi e Cattedrale iconica

Ne parlano tutti bene di questa Canterbury: bellissima, un gioiellino, da vedere. E vabbe', dai, andiamo a constatare di persona!

Abbiamo preso il National Express bus: partenza da Victoria Station ore 10.30, arrivo a Canterbury ore 12.15, per 14£ a testa a/r. Memori delle ore spese a Cambridge in attesa del bus di ritorno, questa volta abbiamo preferito non arrivare prestissimo: sapevamo che Canterbury e' piccola e si gira in poco tempo.

La prima cosa che ho fatto una volta arrivati e' stata andare alla ricerca di una mappa. Nessun negozio sembrava averla...strano!
Alla fine l'ho comprata (2£) e ho capito perche' era difficile da trovare: le cose da vedere sono veramente poche e Canterbury e' talmente piccola che non ci si puo' perdere!

Casette e canali

La prima strada che abbiamo imboccato dopo aver lasciato il bus station e' The Parade , la strada principale fornita di negozi, bar, pubs. Tutti store di catene che ci sono anche a Londra, quindi niente di nuovo. Certo, da una parte e' bello trovare il tuo bar preferito in tutti i paesini che visiti, pero' che cavolo! Un po' di originalita'!
Imbocchiamo un vicoletto sulla nostra destra e siamo davanti al Christchurch Gate, uno degli ingressi della maestosa Cattedrale. La fila per entrare e' lunga, decidiamo di passeggiare per le viuzze nei dintorni.

Ci troviamo per caso davanti ad una libreria decisamente bizzarra: le vetrine sono storte, la porta ancora di piu'! Tutto il piano terra dell'edificio pende a destra, da ignorante in materia di architettura non mi spiego come faccia a reggersi in piedi! Ma e' molto molto carina! E' la Sir John Boys House, conosciuta come Crooked House, costruita in legno e muratura nel 17° sec. Pare che la casa abbia guadagnato il suo look decisamente distorto dopo che le modifiche ad un camino interno abbiano permesso alla struttura di scivolare lateralmente. I tentativi di correggere lo slittamento hanno poi causato l'ulteriore inclinamento dell'intera struttura, anche se ora l'edificio è stabilizzato internamente da un telaio in acciaio.

Torniamo verso il centro e incontriamo il Marlowe Theatre, un teatro moderno che mette in scena opere di Shakespeare, musical e spettacoli contemporanei. Chiuso.
Carina la piazzetta antistante il teatro, con una scultura raffigurante una maschera gigante e la statua di bronzo di Dave Lee, un attore comico molto amato da Canterbury. Il ponticello che passa sul canale regala uno scorcio molto pittoresco, i colori sono autunnali nonostante sia marzo!

The Old Weavers House

Ci viene fame, cosa c'e' di meglio di un classico Sunday Roast?
Torniamo sulla High Street e ci lasciamo tentare da un piccolo pub affacciato sul canale, si chiama The Old Weavers House. I prezzi sono nella media inglese: 4£ la birra, 16£ il mix grill e 10£ il roast lamb, devo dire molto ben spesi, i piatti sono deliziosi! I camerieri sono anche carini e simpatici!

La zona ovest e il Castello Normanno

Belli satolli ci rimettiamo in cammino diretti al Castello Normanno.
La strada principale e' delimitata dalle torri est ed ovest: noi oltrepassiamo la torre ovest e costeggiamo il canale verso sud, passeggiando in parchi spogli. Nessuno sembra accorgersi del freddo e del vento, ne' tantomeno i bambini che continuano a giocare nel parco nonostante la pioggia.
Arriviamo al Castello Normanno, o cio' che ne rimane. Eretto nel 1066, era probabilmente alto 24 metri e veniva usato come carcere della contea. A partire dal 19° secolo è stato acquisito da una società di gas e utilizzato come un centro di stoccaggio per molti anni, durante i quali l'ultimo piano è stato distrutto.
La stradina affianco si chiama Gas Street, appunto.

Canterbury Cathedral

Torniamo verso il centro, la pioggia e' durata poco e ha lasciato spazio ad un bellissimo tramonto con tanto di arcobaleno.
Arriviamo ai piedi della Cattedrale, una delle più antiche e conosciute chiese cristiane d'Inghilterra, sede dell' assassinio dell'arciverscovo Thomas Becket e bene protetto dall'Unesco.
L'evangelizzazione dell'Inghilterra iniziò a Canterbury: ciò ha conferito alla città il carattere di capitale spirituale dell'isola.
Dal 2012, per celebrare il giubileo di diamante, l'ingresso occidentale della Cattedrale ospita due statue raffiguranti la Regina Elisabetta e il Duca di Edimburgo.

Sarebbe stato bello visitarla all'interno, peccato non aver saputo che la domenica e' aperta solo dalle 12.30 alle 14.30 😩

Tramonto

Non sapevamo piu' che fare, erano le 16.30 e tutto era chiuso.
Proviamo a fare un giro nella zona est senza allontanarci troppo. Il sole ormai stava calando, il cielo era diventato arancione!
Troviamo la St Augustine's Abbey, anch'essa chiusa. Passiamo davanti il Fyndon Gate, uno degli ingressi dell'abbazia usato poi anche come birrificio: qui veniva prodotta naturalmente la St Augustine's beer.

Non c'era nient'altro da fare, avevamo visto tutto il visitabile non sapendo che la domenica chiude tutto molto presto! Il nostro autobus partiva alle 20.40: abbiamo provato a chiedere agli autisti di poter usufruire delle corse precedenti: niente. Avevamo pagato per la corsa delle 20.40, dovevamo prendere il bus delle 20.40! Che simpatici 😒

Quindi ci siamo ritrovati di nuovo a spendere ore in un pub nell'attesa di ritornare a casa, come gia' successo a Cambridge! 😤

Insomma, commenti?
Mi ha un po' delusa!
Sicuramente carina grazie ai canaletti, le casine antiche in stile Tudor, la bellissima cattedrale.
Ma dai, trovare Nando's, Games, Superdrug, WHSmith, Caffe' Nero! Che c'entrano con il contesto? Capisco che chi vive a Canterbury ne beneficia, ma che bisogno c'era di deturpare il centro storico con catene di negozi uguali a tutto il resto d'Inghilterra? Non era piu' carino trovare botteghe artigiane, negozi indipendenti, mercati?

Poi dite che mi arrabbio e che sono criticona...😆

Link Esterni

Foto su Facebook
Condividi! b a c
© Copyright 2017, Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies