Londra, odi et amo

  1. Inghilterra
  2. Londra
  3. Londra, odi et amo

"Odi et amo. quare id faciam, fortasse requiris?
nescio, sed fieri sentio et excrucior."

Ecco, Catullo nel I sec. a.C. ha scritto le parole per i miei sentimenti nei confronti di questa citta': la odio e contemporaneamente la amo.

La odio perche' tutti corrono, e dopo un po' ti ritrovi a correre anche tu, senza sapere perche'.

La odio perche' ti pressa, ti spinge, ti succhia tutte le energie e se non hai un goal, una meta, uno scopo, ti distrugge.

La odio perche' l'estate come la intendiamo noi dura una settimana se tutto va bene, per il resto e' un autunno senza fine.
E il sole non ti avvisa quando arriva ne' quando se ne va: non puoi programmare una giornata fuori con la sicurezza che fara' bel tempo, nemmeno il meteo e' affidabile.

La odio perche' la famiglia e' lontana.

Odio gli automobilisti e i taxisti, corrono e sono strafottenti.

La odio perche' la gente se ne va prima o poi, e spesso appena cominci ad affezionarti un poco a qualcuno, questo qualcuno se ne torna "a casa" o va a vivere lontano.

Odio i climatizzatori sparati a palla non appena le temperature superano i 15°C.

La odio perche' i medici generici non sono competenti e al pronto soccorso accettano di visitarti solo se il fatto e' veramente grave.

Odio il colore del Tamigi ed in genere di tutta la citta' quando e' nuvoloso.

La odio perche' gli affitti sono altissimi e ogni anno aumentano sempre di piu', per non parlare del costo delle case in vendita.

Odiavo la puzza di birra che ti assale non appena ti avvicini alla porta di un qualunque pub...ma ora non la sento piu'! 😅

Pero'... pero' la amo.

Amo il fatto che lo stipendio arriva tutti i mesi, preciso e senza sorprese, e che decidi tu se e quando lasciare il lavoro.

Amo la riconoscenza e la meritocrazia, amo il fatto che se ti rimbocchi le maniche ce la fai.

Amo il modo in cui gli italiani si cercano fra di loro e creano una seconda, grande famiglia, perche' la loro e' rimasta in Italia.

Amo le mille possibilita' che ti offre, l'imbarazzo della scelta delle cose da fare: cinema, teatri, spettacoli di ogni genere, danza, ristoranti, sport di ogni tipo, volontariati, musei, mercati, parchi.

Amo la possibilita' di mangiare bene qualsiasi tipo di cucina, nazionale e internazionale.

Amo il fatto che si possa fare tranquillamente a meno dell'auto, perche' i mezzi di trasporto pubblici funzionano sempre e a qualunque ora.

Amo anche la sua pista ciclabile sempre in espansione, che ti permette di girare la citta' su due ruote tenendoti in forma e risparmiando.

Amo gli inglesi quando si vestono e travestono e ogni scusa e' buona per farlo: Halloween, feste a tema, addii al celibato, Pride, carnevale di Notting Hill, maratone a favore della ricerca.

Amo lavorare d'estate senza sudare.

Amo vederli tutti tirati con abiti da cerimonia e borse brillanti, e poi indossare infradito per camminare in metropolitana. Mi fanno troppo ridere quando poi li vedi tornare dalla festa in questione, sempre tutti eleganti ma ubriachi da far schifo 😆

Amo la voglia di fare che hanno tutti, amo vederli di domenica mattina alle 9 gia' per strada attivi e dinamici.

Amo il fatto che ti puoi vestire davvero come vuoi, nessuno mai ti guardera' male.

Amo il fatto che sia una citta' molto giovane: il dentista e' un ragazzo, il manager della banca e' un ragazzo, i baristi, i cuochi, le commesse, gli ingegneri, gli insegnanti, i camerieri, i medici, gli autisti, gli agenti di viaggio o immobiliari...difficilmente li vedo superare i 45 anni.

Amo il fatto che puoi salire gratis su alcuni grattacieli, come lo Sky garden e il Garden at 120, per vedere la citta' dall'alto.

Amo sentire mille lingue, vedere diverse culture, mode e diversi modi di fare.

Amo il fatto che ogni quartiere e' diverso dall'altro.

Amo il free wifi quasi ovunque.

Amo il periodo di Natale a Londra, cosi' lungo, spettacolare e pieno di eventi da farmi passare la voglia di trascorrerlo da qualsiasi altra parte.

Amo la mia seconda famiglia, composta di napoletani, romani, pugliesi, siciliani, sardi e lombardi.

Ma soprattutto... ragazzi, Londra ha 5 aeroporti!!!
Cosa c'e' di piu' importante per me, se non la possibilita' di andare ovunque? La tranquillita' di pensare che in 30-45 minuti arrivo in aeroporto, e da Londra si parte per tutto il mondo senza scali non necessari 😍

Non so dove mi portera' il mio futuro, in questo momento non penso che lascero' questa citta'. Rimane il fatto che indossare la giacca a giugno mi fa imbestialire, ma basta poi prendere il Time Out e sfogliare quelle 40 pagine di cose da fare a Londra questo week end, oppure prenotare un volo per una qualsiasi capitale europea e subito la rabbia mi passa 😃

Proprio cosi', odi et amo.


Altri articoli su Londra:

firma di Flavia Iarlori
Condividi! b a

Nota:
In giro con Fluppa partecipa a programmi di affiliazione. Ciò vuol dire che, se deciderai di prenotare un tour/alloggio del sito partner tramite il mio link, a me verrà riconosciuta una percentuale sulla vendita. In questo modo mi aiuterai a sostenere e mandare avanti il mio blog, senza alcuna spesa aggiuntiva per te.

In giro con Fluppa non si ritiene direttamente responsabile per eventuali acquisti eseguiti senza leggere le condizioni d’uso del provider di eventuali biglietti e/o prenotazioni online.

© Copyright 2021, Tutti i diritti riservati. Cookies + Privacy Policy

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies