Il mio primo incontro con i fiordi: Norway in a Nutshell

Cos'e' il Norway in a Nutshell?

Una crociera tra i fiordi era una cosa che mi stuzzicava da tempo. A dir la verita', l'unico tipo di crociera che avrei fatto (per adesso eh, poi non si sa mai!) era proprio una cosa del genere.
Mi annoiava pero' l'idea di dover trascorrere troppe ore rinchiusa in una nave, di far decidere a qualcun altro dove fermarsi e per quanto tempo, di perdere giornate intere in navigazione.

Poi e' arrivata la Norvegia e con lei l'obbligo morale di fare almeno un giretto tra i fiordi.
Il Norway in a Nutshell e' caduto a fagiolo!
Dopo aver trascorso due bellissimi giorni a Bergen, dovevamo raggiungere in qualche modo Oslo, per poi volare alle isole Lofoten. Leggendo qua e la' ho saputo che la tratta ferroviaria Bergen-Oslo e' una delle piu' belle al mondo e che volendo si puo' fare una piccola deviazione che da' la possibilita' di vedere Nærøyfjord e Aurlandsfjord. Il Norway in a Nutshell e' proprio questo: un biglietto cumulativo che ti permette di prendere treni, bus e barca vedendo in un solo giorno paesaggi meravigliosi, piccoli villaggi e un paio di fiordi, uno dei quali e' protetto dall'UNESCO.

BINGO!!! 😍

Bergen Railway

In una fantastica giornata di sole di Ottobre ci siamo quindi presentati alla stazione ferroviaria di Bergen: alle 8.43 partiva il nostro treno, direzione Myrdal.
Il treno impiega 1 ora e 10 min per arrivare a Voss, luogo in cui faremo un cambio.

Durante il tragitto passiamo vicino ad Osterøy, la piu' grande isola "nella terra" del Nord Europa: vuol dire che e' situata all'interno del paese, non fuori la costa. Ostefjord e' il fiordo che circonda l'isola.

Passiamo anche per Dale, famosa per la fabbrica di maglie Dale Fabrikker. Maglioncini di lana, cardigan e giacche vengono prodotti in questa fabbrica "environment friendly", che rispetta l'ambiente: tutti i prodotti sono infatti realizzati con lana naturale al 100% e la fabbrica stessa e' alimentata ad energia idroelettrica generata dalle decine di cascate che ci sono nei dintorni!

C'e' poi Bolstadelva, uno dei fiumi piu' ricco di salmoni! I migliori salmoni norvegesi sono infatti stati pescati qui, arrivando ad un record di 32 kg! L'area ha giustamente attratto parecchi pescatori provenienti da ogni parte della Norvegia e anche dall'estero: in passato i "signori dei salmoni" inglesi venivano qui ogni estate, con tutta la servitu' e cuochi al seguito, arrivando addirittura a comprare il diritto di pesca sull'intero fiume.

(Zero fotografie, mi dispiace: sono tutte fatte con il cellulare e mosse!)

Da Voss a Gudvangen

Una volta arrivati a Voss bisogna scendere dal treno e prendere un autobus.
I bus sono parcheggiati proprio all'uscita della stazione, ce ne sono almeno 3 con l'indicazione: "Gudvangen/Norway in a Nutshell".

Il tragitto fino a Gudvangen dura un'ora, e' molto piacevole perche' mostra cascate, fiumi, villaggi e laghi. Si cominciano anche a vedere i riflessi nell'acqua che poi ci accompagneranno per diversi giorni!
Pare che in inverno da queste parti si arrivi a -20°C e il lago si copra di ghiaccio!! 😍

Gudvangen

Abbiamo detto che l'autobus si ferma a Gudvangen, un piccolo villaggio popolato da sole 120 persone e magnete per turisti, essendo il punto di partenza della mini crociera tra i fiordi.
E' immerso in uno scenario spettacolare! Sul molo c'e' un ristorante, bar e negozio di souvenir. Scattiamo fotografie alle montagne che lo circondano, prendiamo un tea caldo (fa gia' molto freddo) e un waffle, poi cominciamo a salire sulla barca: alle 12 si parte per la mini crociera!!

Nærøyfjord

Sulla barca c'e' un mini bar che vende cibi e bevande calde e fredde, ampio spazio per tutti e una zona per le valigie.

La giornata e' splendida, il sole ci permette di stare fuori quasi tutto il tempo! Io mi piazzo a prua e non mi scollo piu', lo spettacolo e' fantastico!! Tutto quello che vedo e' riflesso nell'acqua, un'acqua talmente calma da formare uno specchio perfetto! Sembra di stare in un quadro!! Sono eccitatissima, scatto foto a manetta e Massimo fa video scemi (ve ne dispenso un paio 😄).

Nærøyfjord e' uno dei fiordi piu' stretti in tutta l'Europa ed e' incluso nella lista dei patrimoni mondiali dell'umanita' dell' UNESCO.
Versanti di montagna ripidi, picchi altissimi spolverati di neve, cascate e piccoli villaggi. Lungo 20 km e largo solo 250 metri nel punto piu' stretto, le montagne che lo circondano arrivano a 1660 mt.

Se si e' fortunati si possono vedere le focene (simili a delfini) e le foche! C'e' infatti una popolazione di 50-100 foche che vive all'ingresso del Nærøyfjord: bisogna stare attenti e fissare l'acqua perche' le loro testoline possono spuntare da un momento all'altro 😄

Aurlandsfjord

Una volta usciti dall'angusto Nærøyfjord la barca vira ad est immettendosi nell' Aurlandsfjord, uno dei rami del Sognefjord, il fiordo piu' lungo della Norvegia.

Sulla destra si incontra Undredal, un villaggio piccolissimo e pittoresco abitato da sole 100 anime. Undredal e' famoso per la sua mini chiesetta (ha posti a sedere per sole 40 persone e pare che sia la chiesa piu' piccola dell'intera Scandinavia) e per il latte di capra: si dice che quest'ultimo sia l'oro di Undredal, poiche' e' la base per la produzione di 1012 tonnellate annuali di formaggio di capra!

Flåm

Dopo due ore di traversata indimenticabile si approda a Flåm, il villaggio piu' interno dell'Aurlandsfjord.
Qui abitano si e no 400 persone, ci sono ristoranti, caffetterie, negozi di souvenirs, un ufficio postale, un paio di hotel e il museo della Flåmsbana (gratuito).

Flåm vive di turismo, essendo il punto di partenza sia della Flåm Railway (una delle attrazioni turistiche piu' famose della Norvegia) che delle crociere tra i fiordi, e' quindi molto popolata d'estate. Ad Ottobre l'abbiamo trovata deliziosamente silenziosa e tranquilla, tutta per noi! 😊

La Flåmsbana

Alle 16.05 lasciamo Flåm: siamo sulla Flåmsbana, uno spettacolare viaggio in treno di un'ora diretto alla stazione di Myrdal, considerato uno dei piu' bei viaggi in treno al mondo!
Il treno ha un fascino antico, con poltrone in velluto rosso e legno scricchiolante.

Passiamo davanti a fiumi, villaggi dalle casette in legno colorate, cascate, montagne innevate, laghi e fattorie.
Il paesaggio e' bellissimo, con il sole del tramonto dai colori caldi in contrasto con la neve che imbianca tutto intorno! L'atmosfera e' dorata e le fotografie dal finestrino vengono stranamente bene! 😍

A Myrdal troviamo nient'altro che una caffetteria, negozio souvenir e sala di attesa.

Bergen Railway, direzione Oslo

Il tragitto finale, da Myrdal ad Oslo, dura 4 ore e mezza. E' ormai buio, fuori non si vede niente, ma immagino che d'estate lo si possa godere di piu' grazie alla luce che dura fino a sera tardi!
Arriviamo ad Oslo alle 22.30, gongolandoci del fatto di aver preso un hotel vicino alla stazione 😁 .

Il programma

Insomma ricapitoliamo!
Viaggio sola andata da Bergen ad Oslo:

  • 8.43 partenza da Bergen con treno locale
  • 09.56 arrivo a Voss
  • 10.10 Partenza da Voss con autobus verso Gudvangen
  • 11.05 arrivo a Gudvangen (sosta per spuntino)
  • 12.00 partenza mini crociera tra i fiordi Nærøyfjord e Aurlandsfjord
  • 14.00 arrivo a Flåm (tempo per pranzare)
  • 16.05 Partenza con treno Flåmsbana
  • 17.03 arrivo a Myrdal (sosta per merenda)
  • 17.54 partenza con treno Bergen Railway
  • 22.35 arrivo ad Oslo.

Questa e' la tratta che abbiamo scelto di fare perche' ci faceva comodo arrivare ad Oslo in serata, ma ci sono anche altre alternative: da Myrdal si puo' tornare a Bergen, oppure pernottare in uno dei villaggi, o ancora combinare il tour con l' Hardangerfjord in a Nutshell tour, in modo da godersi sia il Sognefjord che l'Hardangerfjord.

I tour sono disponibili tutto l'anno, ma in ogni caso consultate il sito Norway in a Nutshell per i prezzi, gli orari e i tour aggiornati!

Ringraziamenti

Mille grazie a Fjord Tours e Visit Norway per avermi accolta calorosamente e fatto vivere questa splendida avventura!

Foto dal mio profilo Instagram

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Condividi! b a c
© Copyright 2017, Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies