Tromsø e l' Aurora

Ottobre
Un weekend
Innumerevoli possibilita' di immergersi nella natura
Alte possibilita' di fotografare l'Aurora!

Vabbe' ragazzi, e' inutile girarci intorno: se ci ho messo tre mesi per decidermi a scrivere il post su Tromsø e' perche' non mi e' piaciuta!
Purtroppo il fatto che sia stata piazzata come ultima tappa di quello splendido viaggio in Norvegia l'ha penalizzata tantissimo.
Dopo aver visto quel gioiello di citta' che e' Bergen, aver fatto un indimenticabile tour tra i fiordi, aver guidato sulle isole Lofoten che sono una piu' spettacolare dell'altra e dopo aver visto i grandi predatori del Polar Park di Bardu siamo arrivati a Tromsø un po'...come dire... viziati. Un po' troppo viziati! 😅

Provero' a descrivervela per quella che e', ma non vi aspettate tanto entusiasmo (a parte per l'ultima sera 😍)!

La multa al parcheggio e l'hotel

Arriviamo di sabato verso le 18, siamo con l'auto noleggiata ad Evenes (l'avremmo poi restituita all'aeroporto di Tromsø poco prima del volo di ritorno a casa). Con l'innocenza massima la parcheggiamo in una stradina dietro l'hotel, dando per scontato che il cartello con la P bianca indichi "parcheggio libero". Beh no ragazzi, la multa trovata il giorno dopo ci ha fatto capire che avevamo sbagliato di grosso! Sulla multa c'e' un numero di conto corrente a cui abbiamo fatto il bonifico una volta tornati a Londra. Per fortuna non e' salata, 30£, ma cavolo 😠
Vabbe'.
Soggiorniamo due notti al Comfort Hotel Xpress: centrale, moderno, comodo, pulito, nuovo! Nulla da eccepire! Abbiamo pagato 1318 NOK / 126£ per due notti in una matrimoniale, prezzo veramente niente male per le medie della citta'! Anche qui il sistema di check in e out e' automatizzato, veloce e semplice da utilizzare. C'e' un bar al piano terra aperto 24/7, la ragazza che lavora li' e' molto carina con noi: ci consiglia dove andare a mangiare e quali sono i punti piu' bui della citta' per cercare ancora una volta l'Aurora. Se le avessimo chiesto dove parcheggiare invece di fare a capa nostra, ci saremmo risparmiati la multa 😒
Usciamo per cena, i prezzi sono alti un po' dappertutto, quindi entriamo in quello che ci attrae di piu', l'Egon Restaurant. E' molto carino, tutto in legno e con diversi oggetti antichi appesi ai muri. Due Chicken Caesar Salad con bacon e una birra: 516 NOK / 50£ 😐 No ragazzi, non mi sbaglio, ho conservato lo scontrino. Li' i prezzi sono cosi', lo confermeranno anche i prossimi pasti.
Dopo cena facciamo una passeggiata in auto giusto per scrupolo, ma appena fuori citta' (quindi lontani dalle luci forti) ci rendiamo conto che siamo sotto una bella distesa di nuvole miste a nebbia 😅 Non male, pero', l'effetto delle nuvole che si riflettono nell'acqua!

Storgata

Ci svegliamo domenica mattina nemmeno tanto presto, facciamo colazione al bar dell'hotel: 2 muffins e due succhi di frutta 128 NOK / 12£.
Ci buttiamo per strada: il deserto! Negozi chiusi, nessuno a passeggio, quelle nuvole ancora li sopra di noi. Ci accontentiamo di camminare un po' per le stradine del centro, fotografare gli edifici colorati e la Cattedrale (l'unica in legno di tutta la Norvegia), entrare nell'unico negozio di souvenir aperto sulla strada principale, Storgata.

Tromsø Bridge

Decidiamo di fare una passeggiata per andare dall'altra parte della citta' a vedere la Cattedrale Artica, per farlo dobbiamo superare il lunghissimo ponte.
Il Tromsø Bridge ha praticamente 4 corsie: 2 centrali per le auto e, delle due laterali, una e' per i pedoni e una per i ciclisti. Per attraversarlo ci vogliono 15 minuti, e che paura ragazzi! Il ponte traballava sotto i passi pesanti e decisi dei passanti! Poi pero', arrivati a meta' tragitto, la vista del porto di Tromsø non e' niente male!

Arctic Cathedral

Arriviamo finalmente ai piedi della Arctic Cathedral, il cui nome vero e' Tromsdalen Church. Costruita nel 1965, la sua caratteristica forma acuminata e' dovuta ai pannelli del tetto, 11 su ogni lato.
L'entrata principale e' circondata da una facciata in vetro con una enorme croce bianca, all'interno troviamo un grandissimo mosaico che da colore a tutta la chiesa.
Ah, tra l'altro l'Arctic Cathedral e' una semplice parrocchia, non una vera Cattedrale!
Sul sito web c'e' scritto che il biglietto per entrare costa 40 NOK, ma quando siamo andati noi non c'era nessuno all'ingresso, ne' tantomeno una biglietteria.

Porto di Tromsø

Torniamo indietro, e' ora di pranzo e ci fermiamo sul porto a mangiare al Kaia 11 Bar e Bistro. Per me un piatto di salmone grigliato con verdure, per Massimo una wrap con carne di renna e un piatto di uova, salmone, prosciutto e verdurine. Acqua di rubinetto e due caffe', totale 647 NOK / 62£.
Mentre pranziamo il cielo comincia finalmente a liberarsi dalle nuvole, donandoci un bel sole che accende tutti i colori della citta'!
Tromsø infatti cambia volto, la gente comincia ad animare le strade nonostante i 2°C che pizzicano il naso 😊
Sul porto troviamo anche il Polarmuseet e i classici edifici rossi e gialli. L'edificio rosso in particolare e' la sede della Redningselskapet, in inglese Norwegian Society for Sea Rescue, un'associazione umanitaria a livello nazionale il cui scopo è quello di salvare vite umane, proteggere l'ambiente costiero delle acque norvegesi e promuovere iniziative di sensibilizzazione e di prevenzione degli infortuni per migliorare la sicurezza in mare, sia in Norvegia che all'estero (link).

Polaria

Passeggiando verso ovest della citta', superando anche l'hotel, troviamo il Polaria. Ma non ci entriamo: abbiamo speso troppi soldi in questi giorni, considerando pure che ogni volta che ci sediamo a mangiare in qualunque posto a Tromsø se ne vanno 25£ a testa!
Nel pomeriggio ce ne torniamo un pochino in hotel, siamo veramente esausti e infreddoliti. Ci riposiamo un pochino ed usciamo di nuovo verso le 20 per cena.
Andiamo al Flyt, un pub che ci ha consigliato la ragazza del bar dell'hotel. Piccolo, carino, con una bella selezione di birre servite nei boccali ghiacciati (perche' non face abbastanza freddo, capi' 😆). Prendiamo due birre e una porzione di fritturine miste in due, 390 NOK / 37£. Meno male che non avevamo troppa fame! 😅

L'Aurora Boreale

Erano le 21, usciti dal pub mi viene voglia di andare a fare le fotografie alla citta' illuminata dall'altra parte del ponte.
Prendiamo l'auto, raggiungiamo l'Arctic Cathedral, parcheggiamo in uno sterrato lungo il mare. Massimo nemmeno scende dalla macchina, annoiato. Io tutta concentrata piazzo il treppiede, accendo la Canon, con una mano mi faccio luce con il cellulare e con l'altra comincio a premere tasti a caso. Finalmente alzo lo sguardo: un fascio di luce verde che danza sopra la citta', l'Aurora Boreale!!! "Aaaaaahhhhh Massimo!!! Maaaaassimooooo eccola! Di nuovo! Spegni i fari! Oddio aiuto non me l'aspettaaavooo!!!" Comincio a scattare senza nemmeno impostare bene i parametri, l'adrenalina mista a stupore e alla paura che l'Aurora andasse via mi prendono a schiaffoni. "Massimo, Massimo!! Ma avevano tutti detto che l'Aurora non si vede in citta'! Che dovevamo andare fuori! L'inquinamento luminoso!!" Lui si mette a ridere, mantiene la calma e mi viene ad aiutare con la Canon. Rimaniamo li' una ventina di minuti, poi decidiamo di spostarci nel luogo buio consigliatoci sempre dalla ragazza del bar.

Si trova praticamente fuori citta', guidando per 10 minuti lungo la costa ad est dell'aeroporto. Ci fermiamo di nuovo in uno sterrato vicino al mare. Qui non e' completamente buio perche' siamo in una zona industriale, ma almeno si vedono le stelle. L'Aurora prende delle forme strane, continua a colorare il cielo ancora per qualche minuto facendosi piano piano sempre piu' debole.
Quest'ultima Aurora segna anche la fine del viaggio in Norvegia, e io mi sento come alla fine di un concerto straordinario, di un film da premio Oscar, di uno splendido spettacolo teatrale. Mi dispiace che sia finito ma ho il cuore colmo di meraviglia e soddisfazione!

Foto dal mio profilo Instagram

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Una foto pubblicata da Flavia Iarlori (@in_giro_con_fluppa)

Condividi! b a c

Pro

  • ovviamente l'Aurora!

Contro

  • i costi spropositati di tutto!
© Copyright 2017, Tutti i diritti riservati

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies