Come organizzare un tour in Norvegia

Ottobre 2016
10 giorni
Costosa
Imperdibile la zuppa di pesce!
Natura. Tanta, pazzesca!
Portate 2 memory cards!
  1. Norvegia
  2. Norvegia - info pratiche
  3. Come organizzare un tour in Norvegia

Aggiornamento: Maggio 2020

Un bell'articoletto pratico e veloce ogni tanto ci vuole, soprattutto quando un viaggio e' composto da piu' tappe, quando bisogna programmare per bene giorni, hotels, treni, aerei...e soprattutto BUDGET!
Vi avevo gia' raccontato per bene quale sarebbe stato il mio itinerario di 10 giorni in Norvegia da sud a nord tra Bergen, fiordi, puntatina veloce ad Oslo, isole Lofoten e Tromsø.
Ora vi racconto per filo e per segno, senza peli sulla lingua, tutto quello c'e' da sapere su come organizzare un tour in Norvegia.

Cosa visitare in Norvegia

La Norvegia e' un Paese grande e con davvero tantissime cose da vedere.
E' famosa per i fiordi, i paesaggi nordici, le Aurore Boreali, il sole di mezzanotte: e' normale che, in una prima visita, vorreste riuscire a vedere il piu' possibile! Ma, a meno che non abbiate davvero parecchio tempo a disposizione, ahime' non credo sia possibile.

Cercate di fare una lista delle vostre priorita' e lavorate su quelle.
Io per esempio volevo vedere i fiordi e andare a caccia di Northern Lights, quindi ho scelto di passare qualche giorno a sud della Norvegia e poi prendere un volo per l'estremo nord, tralasciando purtroppo Stavanger e il Preikestolen.

Quanti giorni dedicare ad un tour in Norvegia

Scontato dire che dipende dalle vostre possibilita' economiche e di tempo. La Norvegia e' molto cara ma anche abbastanza grande. Io sono riuscita a visitare un po' di tutto in 10 giorni, combinando quasi tutti i mezzi di trasporto disponibili: autobus, treni, navi, aerei, auto a noleggio!
Vi suggerirei di non dedicare alla Norvegia meno di 10 giorni, se ne volete un assaggio in un tour da sud a nord.

Dove dormire in Norvegia - gli hotel che ho scelto

BERGEN ED OSLO:
Per il mio viaggio di 10 giorni in Norvegia mi sono affidata alla catena Citybox Hotels sia a Bergen che ad Oslo, e devo dire che mi sono trovata bene!
Posizione centrale per entrambi, puliti e moderni, prezzi giusti. Quello di Oslo mi ha dato l'impressione di essere piu' nuovo rispetto a quello di Bergen. Inoltre, il Citybox di Oslo ha un bar al piano terra ricchissimo e ben decorato, mentre il bar del Citybox di Bergen stava chiudendo 😔 Abbiamo fatto in tempo a fare una colazione la prima mattina, non sapendo che per loro era l'ultimo giorno di attivita'...infatti il mattino dopo siamo scesi in pigiama e abbiamo trovato tutto chiuso 😅

(aggiornamento Maggio 2020: su Booking.com vedo che il Citybox di Bergen e' di nuovo operativo e ancora piu' bello di prima: probabilmente avevavo chiuso solo per rimodernizzare il tutto!).

Una cosa simpatica che ho riscontrato in questi due hotels, ma anche in altre parti (come ad esempio con Norwegian Airlines) e' il sistema di check in e out automatico. Esatto, non ci sono receptionist! Tu arrivi, premi il ditino su "check in", inserisci il numero di prenotazione, inserisci carta, paghi e la macchinetta ti rilascia la scheda che aprira' la porta della tua stanza 😃 Quando poi devi andar via, di nuovo: premi il ditino su "check out", inserisci il numero di stanza e infili la scheda nell'apposito contenitore. Fatto! Veloce, facilmente accessibile a tutti e ti senti receptionist per un giorno! 😁

ISOLE LOFOTEN:
Le Isole Lofoten sono abbastanza estese e quindi, volendole visitare tutte e per non fare troppi km di guida ogni giorno, abbiamo scelto di dormire due notti ad Hamnøy, nel sud delle isole, e due notti a Svolvær, a nord.

Ad Hamnøy abbiamo scelto una location a dir poco spettacolare: l'Eliassen Rorbuer, un complesso di Rorbu (le tipiche cabine rosse dei pescatori adagiate sull'acqua) immersi nel bellissimo fiordo di Reine.
Il complesso e' cosi' bello e caratteristico che gli ho voluto dedicare un post a parte, anche perche' e' stato il luogo in cui ho visto la mia prima Aurora Boreale! Il link e' questo: Dove dormire - e vedere l'Aurora Boreale - alle isole Lofoten.

Invece a Svolvær (anzi, a 15 min di auto da Svolvær) abbiamo dormito all'Hammerstad Camping.
Specifichiamo che e' un CAMPEGGIO, dotato anche di casine ma pur sempre un campeggio, quindi rispetto agli altri hotel e' dotato di alcune piccole seccature: il bagno in comune situato fuori (e quando dico fuori intendo che se ti svegli di notte per fare pipi' devi metterti le scarpe e la giacca, lasciare la tua casina, affrontare i gradi intorno allo zero ed entrare in bagno 😅) oppure l'acqua calda della doccia disponibile a pagamento (5 NOK per 3 minuti di doccia calda), oppure ancora l'arredamento della casina non propriamente nuovo.
Ma ripeto, trattandosi di un campeggio ci sta: basta sapersi adattare, inoltre costa davvero poco rispetto agli altri!

E poi si trova in un luogo talmente bello che ti fa dimenticare tutto!
Ti svegli la mattina nel bel mezzo di un fiordo, con il sole che sta per spuntare da dietro la montagna colorando il cielo di rosa!
Ottima posizione anche per avvistare l'Aurora Boreale, perche' di sera tutto intorno e' completamente buio!

TROMSØ:
Infine a Tromsø abbiamo dormito al Comfort Hotel Xpress. Purtroppo non ho fotografie, ma ci siamo trovati davvero bene: anche qui meccanismi di check in e out automatici, molto centrale, super moderno, pulito e curato.

Noleggio auto e guida in Norvegia

Dopo aver viaggiato su autobus e treni tra Bergen, i fiordi ed Oslo, alle isole Lofoten abbiamo scelto di noleggiare un'auto con Europcar per avere piu' liberta'.
Scelta indovinatissima!
Abbiamo potuto fermarci a fotografare ogni singolo angolino, spiaggetta, scorcio, casetta rossa. Abbiamo avuto la liberta' di uscire di sera a caccia dell'Aurora Boreale, di andare a cena nel villaggio vicino, insomma di prenderci le giornate come venivano senza dover seguire orari o percorsi imposti.
L'unica cosa noiosa sono i limiti di velocita': 60 km/h sulle isole Lofoten 😒
Ma quando ti trovi davanti delle strade immerse nella natura, che costeggiano degli specchi d'acqua favolosi o dei ponti che sembrano delle rampe di lancio, di cosa ti vuoi lamentare? 😍

Guidare in Norvegia e' molto facile: le isole Lofoten sono collegate da una strada principale, la E10, che non lascerete mai. Non vi potete perdere! Anche per arrivare fino a Tromsø, le strade da seguire sono tre: la E10, la E6 e la E8.

Ah, ragazzi: attenzione ai parcheggi, noi a Tromsø abbiamo preso una multa 😤. Le strisce bianche a terra non ci sono e la P che da noi indica il parcheggio da loro vuol dire parcheggio a pagamento. Non un salasso, solo 300 NOK/33€, ma insomma...ce li saremmo spesi diversamente, ecco 😅

Quanto costa un viaggio in Norvegia - i prezzi

E' inutile che ci giro intorno: la Norvegia e' cara, molto 😕
Vi faccio qualche esempio con il cambio in Euro:

  • 1 biglietto autobus aeroporto-centro Bergen, sola andata: 180 NOK/16.50€
  • 1 bicchiere di vino o birra piccola, Bergen: 66 NOK/6.05€
  • 1 birra 0,40, Trømso: 87 NOK/8€
  • 1 croissant, Bergen: 25 NOK/2.30€
  • 1 cappuccino, Bergen: 35 NOK/3.20€
  • 1 succo d'arancia, Reine: 29 NOK/2.65€
  • 1 espresso, Trømso: 34 NOK/3.10€
  • 1 hamburger, Bergen: 209 NOK/19.15€
  • 1 piatto di salsiccia e purea di patate, Flåm: 110 NOK/10.10€
  • cena a Svolvær composta da: 1 fish&chips, 1 zuppa di pesce, 1 birra: 500 NOK/45.80€
  • 1 Cesar salad (lattuga, pollo, scaglie di parmigiano), Trømso: 174 NOK/15.95€.

Insomma avete capito!

Viaggiare in Norvegia in economia non sempre e' possibile, ma qualche piccola accortezza per risparmiare esiste: per non spendere troppo c'e' chi si porta il cibo in scatola e la pasta da casa, chi dorme in tenda, chi parte in gruppo in modo da dividere le spese... insomma risparmiare si puo', dipende molto dallo spirito di adattamento di ognuno! Noi alle isole Lofoten abbiamo fatto la spesa al supermercato per evitare almeno le colazioni e i pranzi fuori.

In ogni caso sapevamo a cosa saremmo andati incontro, infatti abbiamo evitato le vacanze estive sapendo di dover affrontare questo viaggio! 😅

Per quanto riguarda il cash, credo che possiate tranquillamente evitare di prelevare poiche' ogni in singola attivita' (supermercato, chioschetto degli hot dogs, negozi, botteghe, ristoranti, bar, negozietti di souvenirs) potrete pagare con carta.

Cosa mangiare in Norvegia

La specialita' norvegese e' ovviamente il pesce! Abbiamo mangiato salmone in tutti i modi, zuppe di pesce, fish&chips, panini con i gamberetti.
Da non perdere il Fish Market di Bergen, ve ne ho gia' parlato qui: Cosa vedere a Bergen, il gioiellino della Norvegia.

Quello che non mi aspettavo, invece, e' la quantita' spropositata di hot dogs che si vendono in giro! Tralasciando i pubs, vengono venduti nelle stazioni di servizio, ci sono chioschetti ovunque, vedi la gente mangiare hot dogs per strada a colazione, a pranzo, a cena, sempre!! Che sia il secondo piatto piu' amato? 😅
Alla fine ne abbiamo mangiati un po' anche noi, Massimo ne stava facendo una malattia! Abbiamo particolarmente apprezzato quello con i filetti di cipolla croccante, maaaamma che buoni!!! 😁

Clima e temperature in Norvegia

In questa sezione scusate ma baro: siamo stati fortunatissimi!!
Tutti mi avevano sconsigliato di visitare la Norvegia in autunno perche', giustamente, la percentuale di trovare il cielo coperto e la pioggia battente e' alta. E invece no, io testarda come un mulo ho voluto rischiare comprando quei biglietti con data 1 Ottobre 2016.
Ebbene signore e signori, sono felicissima di constatare che la mia testardaggine e' stata premiata: 8 giorni di sole su 10 (un solo giorno di pioggia e uno di nuvole) ed Aurora avvistata 4 volte su 6 notti probabili!!!

Ma prima che mi odiate, passiamo alle informazioni utili sulle temperature e come vestirsi:

  • Bergen: tra gli 11° e i 12° C sia di giorno che di notte;
  • Crociera nei fiordi (Aurlandsfjord e Nærøyfjord): molto freddo! Non ho controllato la temperatura, ma considerando che sulle cime c'era la neve, credo che eravamo intorno allo zero;
  • Isole Lofoten: 11°C di giorno, 5°C di notte
  • Tromsø: tra i 4° e i 5°C giorno, -1°C di notte

Come vestirsi per un tour in Norvegia ad Ottobre

La regola del vestirsi a cipolla non sbaglia mai!
Ho portato :

  • dei jeans e un paio di pantaloni piu' caldi;
  • diverse magliette di cotone leggere, una felpa e un paio di maglioncini di lana leggera;
  • giacca pesante invernale;
  • guanti e cappello di lana;
  • scarponcini super comodi da trekking.

A Bergen e sulle isole Lofoten di giorno indossavo i jeans e le maglie di cotone leggere sotto la giacca, invece tra i fiordi e a Tromsø mi coprivo di piu' con magliette di lana, pantaloni caldi, guanti e cappello.
Per la prima volta non sono tornata a casa con indumenti non indossati, faccio progressi!! 😂

Wifi ed elettricita'

In Norvegia il free wifi e' quasi ovunque: in aeroporto, negli autobus, negli hotel, nei campeggi, nei bar, ristoranti e pubs, perfino sul'aereo della Norwegian Airline c'era il free wifi durante il volo! 😍
La presa della corrente poi e' quella a due buchi come in Italia, comodissima! 😉

Lingua

I Norvegesi parlano un inglese perfetto, tanto di cappello!
I cartelli stradali e diversi menu' pero' sono in norvegese; imparate qualche parola basilare, tipo merluzzo, salmone, prosciutto, formaggio, patate (piu' che altro per non chiedere ai camerieri di spiegarvi tutto il menu' 😆 ) oppure controllate su Google Translate e andate tranquilli 😉

Stranezze fastidiose

Voglio chiudere l'articolo togliendomi qualche sassolino dalla scarpa, perche' gia' so che nei prossimi articoli non avro' veramente niente di male da dire e quindi voglio bilanciare qua 😂

  1. Mi sembra di aver capito che sia prassi comune, almeno sulle isole Lofoten, non fornire: asciugamani, lenzuola e pulizie finali, se non a pagamento. Quindi o li portate da casa e fate le pulizie prima di andar via, oppure pagate una piccola somma in piu'. Meh 😒
    (Sicuramente non la totalita' degli alloggi ha questa policy, ma consiglio di leggere bene le condizioni e la lista dei servizi compresi prima di effettuare la prenotazione.)
  2. Le tazze di tè: troppo piccole! Saro' abituata ai mega tazzoni inglesi magari, non lo so, ma un tè versato in una tazza grande quanto un bicchiere, A) e' troppo forte, B) finisce subito, C) e' acqua calda diavolo, te la pago profumatamente, versa! 😆
  3. Le birre. Parliamone. Ve l'ho detto prima che la piccola costa 6€ e la grande costa 8€, no? E loro non ti riempiono nemmeno il boccale fino all'orlo, regalandoti due dita di schiuma. Ma allora ditelo che mi volete far scoppiare un embolo! 😒

Bene, e' tutto ragazzi, spero di avervi dato tutte le informazioni utili su come organizzare un tour in Norvegia.

Questi sono gli altri post che ho scritto su questo viaggio:

Se avete altre domande, non esitate a scrivermi oppure lasciate un commento qui sotto!


Questo post e' stato scritto in collaborazione con Visit Norway, Visit Bergen, Citybox Hotels ed Eliassen Rorbuer.

Condividi! b a

Nota:
In giro con Fluppa partecipa a programmi di affiliazione. Ciò vuol dire che, se deciderai di prenotare un tour/alloggio del sito partner tramite il mio link, a me verrà riconosciuta una percentuale sulla vendita. In questo modo mi aiuterai a sostenere e mandare avanti il mio blog, senza alcuna spesa aggiuntiva per te.

In giro con Fluppa non si ritiene direttamente responsabile per eventuali acquisti eseguiti senza leggere le condizioni d’uso del provider di eventuali biglietti e/o prenotazioni online.

© Copyright 2020, Tutti i diritti riservati. Cookies + Privacy Policy

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies