Cosa visitare a Londra di alternativo e insolito

mappa con la destinazione
  1. Inghilterra
  2. Londra
  3. Cosa visitare a Londra di alternativo e insolito

Stufi dei classici giri turistici? In questa guida vi porto in una Londra alternativa e insolita, con una lista di posti poco conosciuti, ma non per questo meno belli (e la maggior parte sono pure gratis!).

Cosa visitare a Londra di alternativo e insolito?

C'è chi ama talmente Londra da venirci più volte per piacere personale; c'è chi ci torna per lavoro, chi viene a trovare gli amici trasferiti qui, chi ha i figli.

Le prime attrazioni che si visitano sono quelle più classiche e turistiche, come è giusto che sia. Ma mi è capitato spesso di suggerire ad amici e conoscenti dei posti non convenzionali, fuori dalle rotte turistiche. Mi chiedono: "Cosa fanno gli inglesi? Dove vanno? Cosa vedere a Londra di alternativo e insolito?"

E quindi eccovi una lista di posti da visitare a Londra durante le vostre seconde volte: un bel mix di mercati locali, gallerie d'arte insolite, passeggiate lungo i canali, angoli nascosti, negozi particolari. Una lista in continuo divenire da consultare quando siete stufi del Big Ben, di Oxford Street e di Piccadilly Circus.

Cominciamo!

Un negozio di libri sull'acqua: Word on the Water

Non sarà il più grande e il più fornito, ma Word on the Water è sicuramente il negozio di libri più caratteristico di Londra.

Allestito su una chiatta olandese risalente al 1920, dispone di un piccolo palco sul tetto dove si tengono spettacoli di musica acustica e letture di poesie, mentre all'interno è arredato con poltroncine e divani, una stufa a legna, un'antica macchina da scrivere e centinaia di libri nuovi e usati. Un vero gioiellino per gli amanti dei libri!

Il Word on the Water si trova attraccato lungo il Regents Canal, ad altezza King's Cross. Se volete conoscere un po' della sua storia e sapere come arrivarci, vi lascio il link al mio post dedicato: Word on the Water, il negozio di libri sull'acqua a Londra.

Il paradiso per gli amanti del neon: God's own Junkyard

Il God's own Junkyard, letteralmente "la discarica di Dio", è una galleria d'arte davvero unica nel suo genere.

Allestita in un magazzino nella zona industriale di Walthamstow, raccoglie tutta una serie di insegne luminose, luci al neon, statue e pezzi iconici raccattati da circhi e set cinematografici in disuso. Questa collezione è stata creata in 37 anni da Chris Bracey, conosciuto come "neon man", e ancora oggi portata avanti dalla sua famiglia.

La galleria è una chicca per gli Instagram addicted, che possono passare del tempo ammirando le insegne al neon e bere qualcosa al Rolling Scones Cafe.

Nel mio post God's own Junkyard: il paradiso per gli amanti del neon a Londra vi racconto di più di questo posto così eccentrico e singolare 😍

Ah, ingresso gratuito!

Osservare come Londra si difende dalle inondazioni: il Thames Barrier

Lo sapevate che, se non ci fosse alcuna barriera difensiva, diverse zone di Londra verrebbero regolarmente inondate dalle acque del Tamigi?

Nel 1928 e 1953 infatti, alta marea e piogge forti provocarono l'ingrossamento dei livelli del fiume, che inondò la città lasciando dietro di sé perdite umane e danni ad edifici, stazioni ferroviarie, strade e tunnel.

Per questo motivo, a partire dal 1974, venne costruita questa struttura mobile per regolare il flusso del Tamigi. Il Thames Barrier è composto da 10 porte che si estendono per tutta la larghezza del fiume e che si aprono e si chiudono a seconda della necessità, impedendo all'acqua proveniente dall'estuario del Tamigi di raggiungere Londra.

Il Thames Barrier si trova ad est di Londra, in zona Woolwich.
Sebbene non si possa accedere fisicamente alle porte della barriera, si può però osservare la chiusura dei cancelli che è programmata una volta al mese per prove e manutenzione.
Sul lato sud del fiume c'è il Thames Barrier Café and Information Centre, un piccolo centro che spiega la storia delle inondazioni del Tamigi e come funziona la barriera.

Indirizzo:Eastmoor St, Royal Docks, London SE7 8LX
Website: www.gov.uk/guidance/the-thames-barrier

Regalarsi una colazione con vista: Duck and Waffle

Spendere una ventina di sterline per fare colazione non è una cosa che farebbe impazzire di gioia chiunque, ma se c'è un'occasione particolare da festeggiare o semplicemente si ha voglia di farsi un regalo, una colazione al Duck&Waffle potrebbe essere un'idea.

Il Duck and Waffle è un ristorante di design situato al 40° piano della Heron Tower, uno dei grattacieli più alti di Londra, nel cuore della City. Colazione, brunch, cena, anche solo drink e snack con una vista mozzafiato di Londra.

I prezzi sono altini, quindi durante la mia visita ho pensato che se proprio dovevo spendere, l'avrei fatto per bene: via di full English breakfast che si sa, più che una colazione è un pranzo 😆

Il ristorante è abbastanza richiesto, quindi conviene sempre prenotare.

Indirizzo: Heron Tower, 110 Bishopsgate, London EC2N 4AY
Website: duckandwaffle.com

Se la colazione non vi interessa e volete solo un'occasione per vedere Londra dall'alto, per di più senza spendere un centesimo, lo Sky Garden è il posto giusto! Qui tutte le informazioni: Salire gratis sui grattacieli di Londra: lo Sky Garden.

Una passeggiata autunnale a Broadway Market e Victoria Park

Ho scoperto questo mercato una domenica mattina di metà Ottobre in cui stavo semplicemente facendo una passeggiata lungo il Regent's Canal.
Ho capito subito che Broadway Market non è uno dei classici mercati acchiappa turisti: le bancarelle vendono semplicemente focacce, fiori, dolcetti, bottiglie di latte appena munto... cose normali! Non si sente lingua diversa dall'inglese, nessun turista, i negozietti sono piccoli e indipendenti.

Per non parlare poi del Victoria Park che sorge proprio a due passi dal mercato!
Un posto sereno e rilassante, con dei colori autunnali capaci di far sognare i migliori pittori!

Scattare foto nell'angolo più colorato di Londra: Neal's Yard

Una volta su Topolino ho letto una storia: c'erano Qui Quo e Qua che passavano una schifosa quantità di tempo a cercare una matita colorata e alla fine della storia la trovavano dove? Nel porta matite. 😐 La morale era "se vuoi nascondere una cosa, mettila sotto gli occhi di tutti".
Così è Neal's Yard: in centro, ma talmente in centro che stranamente nessuno lo trova!
E pensare che si trova in una delle zone più trafficate ed amate dai turisti, Covent Garden. Io stessa ci sarò passata vicino decine e decine di volte, ma non l'ho mai visto finché una mia amica non mi ci ha portata di proposito!

Neal's Yard è l'angolo più colorato e una delle stradine più belle di Londra, un piccolo cortile usato inizialmente come area rifiuti ma poi recuperato, pulito e trasformato nell'angolo fiorito e super instagrammabile che vediamo oggi.

A Neal's Yard ci sono minuscoli café indipendenti, un salone di bellezza, una pizzeria, un'enoteca, un panificio/pasticceria e Neal's Yard Remedies, un negozio che vende prodotti di bellezza organici e non testati sugli animali.

Indirizzo: WC2H 9DP, tra Shorts Gardens e Monmouth Street 😉

Sorseggiare una birra guardando yacht in pieno centro: St. Katharine Docks

Sarà capitato a tutti di passeggiare lungo il Tamigi, arrivare al Tower Bridge, attraversarlo per fare le foto di rito e poi essere catturati dal fascino della Tower of London.

Ecco, è proprio per questo che nessuno vede St. Katharine Docks, una zona di attracco popolata da pubs, ristoranti, negozi e abitazioni private.

La prossima volta, invece di rimanere sul lato ovest del Tower Bridge, provate a scendere le scalette ad est: davanti ai vostri occhi comparirà un angolino di Londra completamente diverso dai mega edifici che avete visto fino ad ora!

Da non perdere una sosta al Dickens Inn: un magazzino risalente al 18° sec., inizialmente usato, si crede, da una fabbrica di birra locale, successivamente ricostruito e rinnovato per diventare un bellissimo Inn (gli Inn sono quei pub in cui i viaggiatori possono trovare anche alloggio, oltre a cibo e bevande).

Questo pub è stato inaugurato nel 1976 da Cedric Charles Dickens, nipote del famoso autore Charles Dickens!

Prenotate un tavolo in veranda durante una bella giornata estiva: non ve ne pentirete!

Vi parlo meglio di St.Katharine Docks e del Dickens Inn nel mio post Angoli nascosti di Londra: St. Katharine Docks.

Ammirare da vicino la cupola del St.Paul's: One New Change

Posso dire senza remore che St. Paul's è il mio edificio preferito in città.
Maestoso, candido, dalle forme morbide, mi ricorda la Basilica du Sacré Cœur di Montmartre, a Parigi.

Osservarlo dai suoi piedi ti fa sentire piccino e l'ingresso non è dei più economici. Ma sapete che c'è un modo di vederne la cupola dall'alto, gratis?

Vi svelo quest'altro segreto: di fianco alla Cattedrale c'è un piccolo centro commerciale ultra moderno, si chiama One new Change.
Prendete l'ascensore di vetro e salite all'ultimo piano, è gratis. Appena usciti dall'ascensore troverete due bar abbastanza eleganti, pullulanti di lavoratori della City che festeggiano qualcosa (si, loro festeggiano sempre, tutti i giorni della settimana sono buoni per farlo 😄): non fateci caso, piuttasto giratevi a sinistra e lasciatevi prendere dallo spettacolo che si presenterà ai vostri occhi! St. Paul's Cathedral in tutto il suo splendore, ancor più bella al tramonto o di sera quando è illuminata dai fari 😍 Guardatevi intorno e provate a riconoscere gli edifici che compongono la skyline di Londra: in una giornata serena li vedrete quasi tutti!

La terrazza del centro commerciale One New Change è uno dei posti ideali per fotografare il tramonto nella City, se volete conoscerne altri leggete il post Dove vedere il tramonto a Londra.

Scoprire la storia portuale di Londra: Rotherhithe

Rotherhithe è una delle mie zone preferite di Londra, e no, non solo perché ci vivo vicino 😁

Rotherhithe ha un'anima tutta sua, modellata dalla sua umile storia portuale evidente ancora oggi negli ex magazzini marinari riconvertiti in appartamenti e gli antichi pub pieni di storia.
Questa zona residenziale, così vicina al centro ma così tranquilla, giace su un'ansa del Tamigi, che la abbraccia e la bagna con diversi canali e piccoli moli. Le case costruite sull'acqua sono un sogno!

Hey, ma cosa c'entra la bandiera americana in foto?
Non tutti lo sannoi, ma Rotherhithe ha una stretta connessione con il Nuovo Mondo... ve lo racconto nel post Angoli nascosti di Londra: Rotherhithe, dove vi consiglio anche uno dei piu più belli (secondo me) di Londra.

Visitare un tempio indiano: Swaminarayan Temple

La società multietnica e multiculturale di Londra è famosa in tutto il mondo, ed è una delle cose che mi ha fatto innamorare di questa metropoli.
Oltre alle centinaia di lingue, cucine e tradizioni infatti, non è raro trovare templi, chiese, moschee e sinagoghe sparse in città e nei suoi dintorni.

Lo Swaminarayan Temple è un bellissimo ed enorme tempio indiano situato a Neasden, nord-ovest di Londra.
Arrivarci non è semplicissimo, bisogna prendere la metro ed un bus, ma ne vale assolutamente la pena.
L'interno è diviso in due zone: l'Haveli, un grosso ambiente in legno accuratamente intagliato e lavorato a mano dove uomini e donne, divisi, pregano sui tappeti; e il Mandir, l'anima del tempio, 5000 tonnellate di marmo di Carrara e calcare bulgaro tutto inciso e intagliato a formare una splendida sala da preghiera. Un milione di parole non basterebbero per descrivere l'incanto e i piccolissimi particolari che ricoprono ogni singolo centimetro di questo tempio, è un posto che lascia letteralmente a bocca aperta!

Purtroppo non sono consentite foto agli interni del tempio e no, nemmeno il sito internet rende giustizia alla sua bellezza: bisogna andarci!

Ho provato a scrivere qualcosa qui: Visitare un tempio indiano a Londra: Swaminarayan Temple.

Per ora è tutto ma, come ho detto ad inizio post, questa lista verrà continuamente aggiornata man mano che scopro posti originali e non turistici.

A presto!

firma di Flavia Iarlori
Condividi! b a

Nota:
In giro con Fluppa partecipa a programmi di affiliazione. Ciò vuol dire che, se deciderai di prenotare un tour/alloggio del sito partner tramite il mio link, a me verrà riconosciuta una percentuale sulla vendita. In questo modo mi aiuterai a sostenere e mandare avanti il mio blog, senza alcuna spesa aggiuntiva per te.

In giro con Fluppa non si ritiene direttamente responsabile per eventuali acquisti eseguiti senza leggere le condizioni d’uso del provider di eventuali biglietti e/o prenotazioni online.

© Copyright 2021, Tutti i diritti riservati. Cookies + Privacy Policy

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza durante la visita del sito. Continuando a visitare il sito di fatto accetti il loro utilizzo

Ok Informazioni sui cookies